Carrassi è...

Stampa

 

 


di LUCA IEVA

Carrassi è quel posto dove ogni anno freddano qualcuno a pochi metri da casa e tutti si sorprendono: come, così, in mezzo alla strada?

 

 

Come hanno fatto a non accorgersi prima che qualcosa non andava?
Carrassi è quel posto dove la Mafia è sotto gli occhi tutti i giorni, in quel modo che ti fa sentire le mani legate, ti strappa la voce e ti impedisce di urlare davanti a delle storture così evidenti, così sotto la luce del sole che ti chiedi perché nessuno faccia nulla. È il posto dei picchetti agli angoli delle strade: ce n'era uno dove è stato ucciso il 33enne sere fa, ce n'era uno dove fu ucciso il 21enne il 4 novembre 2015. Li vedi la mattina, quando porti il cane a fare una passeggiata, a mezzogiorno, quando torni da scuola o dall'università, la notte, quando torni a casa. È il posto del traffico di stupefacenti a qualsiasi ora del giorno e della notte, in qualsiasi forma e quantità. È il posto dove le prime vittime innocenti di mafia le vediamo sotto i nostri occhi: mentre i ragazzini della Bari per bene giocano al campetto di calcio dell'Istituto Margherita, chi vive in quegli isolati si deve accontentare di due aiuole luride e piene di fango intorno alla Chiesa Russa. Aggiungici che la scuola non può fare il tempo pieno per tutti. Che se i tuoi genitori non hanno lavoro, o fanno parte della piccola criminalità, o sono in carcere, tu magari le istituzioni un po' pensi che non portino nulla di buono. Aggiungici che il consultorio che avevamo (di quelli che ti davano i contraccettivi gratis, col personale sanitario gentile e disposto a parlarti, si organizzavano anche per fare qualche ora di educazione sessuale a scuola!) l'hanno "spostato" al poliambulatorio vicino la stazione, per non dire che l'hanno chiuso. E hanno chiuso anche l'asilo nido comunale. Se non ti mettono a fare i picchetti fuori dai portoni, a prenderti un proiettile in testa e morire a 21 anni perché qualcuno più grosso di te ha litigato, la cosa migliore che può succederti è fare un figlio prima ancora che tu possa scegliere cosa fare nella tua vita.
Carrassi è il posto dove l'assenza del welfare, dello Stato, permette la presenza della criminalità organizzata. Carrassi è il posto dove vive un sacco di gente che da tutto questo vuole uscire con forza, dove ci sono docenti straordinari nelle scuole di ogni grado che lavorano nella speranza di dare un futuro migliore a tutti i ragazzi e le ragazze che vivono qui. È il posto dove più che i blitz di polizia possono fare la volontà politica e gli investimenti nel sociale.

Foto: Repubblica