Il SudEst

Monday
Apr 23rd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente Sottoscritto il Protocollo d’intesa per rafforzare la sanità a Taranto

Sottoscritto il Protocollo d’intesa per rafforzare la sanità a Taranto

Email Stampa PDF

 

 


Redazionale

E' stato sottoscritto a Roma tra Ministero della Salute e la Regione Puglia, rappresentata dal  direttore del Dipartimento Promozione della salute, del benessere Sociale e dello Sport Giancarlo Ruscitti, il Protocollo di Intesa per rafforzare la sanità a Taranto e per disciplinare gli aspetti operativi, i tempi e le modalità di erogazione delle risorse.

In particolare il progetto presentato dalla Regione Puglia ha l’obiettivo “di acquisire beni e servizi necessari alla realizzazione di interventi di ammodernamento tecnologico delle apparecchiature e dei dispositivi medico-diagnostici delle strutture sanitarie pubbliche ubicate nei Comuni di Taranto, Statte, Crispiano, Massafra e Montemesola, avvalendosi, in via esclusiva, della CONSIP S.p.A., nonché alla conseguente e necessaria formazione e aggiornamento professionale del personale sanitario”.

Il Protocollo ha una durata di 24 mesi nel corso dei quali, oltre una relazione di avvio attività con relativo crono programma, la Regione Puglia avrà l’obbligo di fare relazioni quadrimestrali, di cui una finale riepilogativa per ciascun anno.

L’importo economico complessivo previsto per il progetto è di 70 milioni, di cui 50 milioni a valere sull’esercizio finanziario 2017 e 20 milioni, a valere sull’esercizio finanziario 2018.

Lavori e apparecchiature interesseranno, tra le altre cose, la Radioterapia (con 17.054.146,00), la Radiologia (con 5.882.840,00), l’Endoscopia (con 3.605.110,00), il Comparto Operatorio (con 14.554.170,87), le sale operatore di Urologia (con 962.580,00), le sale operatorie di Ginecologia (con 974.780,00), le sale operatorie generali (con 2.731.580,00), la Medicina nucleare (con 4.205.849,96).

'

Il Ministero della Salute ha individuato come referente del protocollo, nominato dalla stessa Regione, il dirigente pro tempore della Sezione Risorse Strumentali e Tecnologiche presso il Dipartimento promozione della salute del benessere sociale e dello sport per tutti, che avrà fondamentalmente, tra gli altri compiti, quello di garantire il monitoraggio sullo stato di attuazione del Protocollo, segnalando eventuali scostamenti rispetto ai tempi e alle modalità di esecuzione previsti.