Il SudEst

Saturday
Dec 15th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente Molfetta, Premio Azzarita: cerimonia il 12 maggio

Molfetta, Premio Azzarita: cerimonia il 12 maggio

Email Stampa PDF

 


di MARIA DEL ROSSO

La cerimonia di conferimento della quindicesima edizione del Premio Leonardo Azzarita di Molfetta si terrà sabato 12 maggio alle ore 18:30 presso l’Auditorium “Achille Salvucci” del Museo Diocesano in Via Entica della Chiesa.


Quest’ anno, per la prima volta, sono pervenute al comitato organizzatore oltre una quarantina di candidature, tra i giornalisti, esponenti del mondo delle professioni, delle Istituzioni e del mondo della cultura.

La commissione presieduta da Giuseppe Pansini ha assegnato quattro premi ed uno speciale. Per la sezione Giornalisti Pugliesi in Ambito nazionale il premio andrà al giornalista del Tg Uno Giacinto Pinto, foggiano, giornalista Rai nella redazione Cronaca.

Laureato alla Sapienza di Roma, è originario di Lucera. Ha vinto numerosi riconoscimenti in ambito nazionale. E’ inviato del Tg Uno  e lavora per la cronaca nazionale.

Premio Azzarita  per la comunicazione  al docente universitario prof. Francesco Lenoci, docente presso l’ Università Cattolica di Milano, originario di Martina Franca, è laureato

all’ Università di Siena ed è impegnato in tanti settori. E’ un innamorato di don Tonino Bello.

Premio per le Istituzioni all’ architetto Rosa Mezzina, molfettese, attuale direttrice del Castello Svevo di Bari e di Trani. Inoltre, ha curato il restauro di Villa Tivoli a Roma, quando era alla Sovrintendenza del Lazio.

Premio per le professioni al regista salentino, Edoardo Winspeare, regista, sceneggiatore, ha curato uno splendido documentario sulla figura del Vescovo don Tonino Bello.

Premio speciale a Franco Pansini, molfettese e un innamorato di Molfetta, già ufficiale dell’ Esercito e direttore di banca, autore di importanti filmati e foto nella città di Molfetta, unico in città ad essere  autorizzato all’ uso del drone del quale molte immagini e filmati sono stati trasmessi da emittenti televisive.