Il SudEst

Wednesday
Aug 15th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente Il Salento si veste di estate

Il Salento si veste di estate

Email Stampa PDF

di MADDALENA COVIELLO

21 edizione de “La notte della Taranta” ad Agosto


Per una Puglia sempre più partecipe anche quest’anno si terrà a Melpignano l’attesissima festa popolare d’Europa. Numerosi sono gli eventi programmati: oltre 100 live show, 360 musicisti, 40 concerti di pizzica e musica popolare, 3 mostre. Il tutto si terrà in 19 notti d’Agosto dal 2 al 25 nei centri storici del Salento. La “La Notte della Taranta” è una festa che ben s’inserisce in un paesaggio che ispira il connubio tra esso e l’arte, la musica, la cultura e le emozioni. È così che il Salento d’estate diviene luogo autentico di magia, tradizione e paesaggi meravigliosi. Un luogo dove per un attimo il tempo sembra si sia fermato, custodendo le persone, la loro accoglienza di un tempo; dove non ci si sente stranieri. Il cielo stellato, la musica, le danze, il cibo, l’allegria degli spettacoli stimolano a incontrarsi e diventano nettare afrodisiaco di amori estivi e serate nel segno del divertimento.

I siti dove si svolgeranno gli eventi saranno Otranto, Corigliano d’Otranto, Nardò, Sogliano Cavour, Ugento, Cursi, Acaya, Zollino, Calimera, Alessano, Lecce, Torrepaduli, Carpignano Salentino, Galatina, Castrignano de Greci, Soleto, Martignano, Sternatia, Cutrofiano, Martano. Tappa finale sarà il gran concerto a Melpignano il 25 agosto.

Sono previsti in programma i Concerti Ragnatela; il maestro Ambrogio Sparagna e l’Orchestra Sparagnina; l’Orchestra Popolare la Notte della Taranta. Nella sezione Altra Tela si esibiranno dalla Sardegna Le Galanias alla Sicilia con Le Malamritate e Carmen Consoli Altre stelle saranno dal Marocco B’ Net Houariyat femme de Marrakesch; alla Georgia il Trio Mandili e infine ci sarà Ifriquiyya Electrique dalla Francia e dalla Tunisia. Nei Concerti Ragnatela i gruppi saranno: dal Salento Antonio Amato Ensemble, Antonio Castrignanò e Fanfare di Ciocarlia, GCS Canzoniere Grecanico Salentino, Kalàscima, Officina Zoè, Alessandra Caiulo – Koinè, Alla Bua, Stella Grande, Fonarà, Ariacorte, Kamafei, I Calanti, Li Strittuli, Enzo Petrachi e Folkorchestra, Accademia del Folk, Ionica Aranea, dalla Puglia Ruggiero Inchingolo & Suoni dal Mediterraneo Project, Uaragniaun e Piero Balsamo, Circolo Mandololinistico San Vito dei Normanni, Pizzicati Int’Allu Core CJS, Petrameridie, Mandatari; dall’Abruzzo Orchestra Popolare del Salatarello; dalle Marche A Renderchitte; dal Lazio Orchestra Bottoni; dalla Campania I Briganti e i Bottari Degli Alburni.

Sarà offerto un omaggio a Domenico Modugno attraverso una mostra audiovisiva sulla vita del cantante, curata da Rudi Assuntino. Altra mostra in programma prevista è quella Menadi Danzanti di musica e arte. Infine sarà possibile visionare I Luoghi di Renata in memoria di Renata Fonte, vittima di mafia.

A sostenere il progetto culturale sarà Intesa Sanpaolo e Banco di Napoli.