Il SudEst

Saturday
Nov 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente A Gravina la mensa scolastica non è ancora pronta

A Gravina la mensa scolastica non è ancora pronta

Email Stampa PDF

di MARIA DEL ROSSO

L’ anno scolastico è alle porte e i fornelli della mensa scolastica di Gravina sono ancora spenti. Il ritardo sta creando un’aperta discussione da parte del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Gravina, formato da Rosa Cataldi, Raffaella Colavito e Ketti Lorusso.


Le consigliere affermano che nonostante i ripetuti solleciti e le proteste non c’ è nessuna traccia del servizio di refezione scolastica. Il gruppo consiliare denuncia l’indifferenza

dell’amministrazione comunale perchè non è stata ancora presa una decisione in merito

all’ inizio dell’ anno scolastico.

L’ amministrazione, sottolineano i pentastellati, continua  a restare immobile dinanzi alle richieste della cittadinanza soprattutto dei bambini nonostante l’ atto di indirizzo risalente al lontano 16 febbraio scorso di indire una procedura di gara per l’ affidamento del servizio di ristorazione scolastica per gli anni 2018/2019 e 2019/2020.

I pentastellati sono preoccupati per le numerose famiglie che si trovano costrette a gestire i problemi organizzativi legati al disservizio per i loro figli che riceveranno un’offerta formativa ridotta.

Dal Palazzo di città rassicurano che stanno lavorando e i ritardi spiega il vicesindaco Maria Nicola Matera non dipendono da loro ma da un problema legato a Empulia che ha bloccato la gara.

Empulia è la piattaforma regionale che per garantire trasparenza, regolarità ed economicità della gestione dei contratti pubblici, favorisce il processo di razionalizzazione dell’acquisizione di lavori, beni e servizi delle amministrazioni.

Il Comune afferma che entro la fine della settimana la situazione dovrebbe sbloccarsi.

Se i tempi dovessero essere lunghi, verrà garantito l’avvio del servizio mensa a partire dai primi di ottobre.

Si augura che l’ amministrazione comunale possa impegnarsi il piu’ possibile per garantire una buona offerta formativa ai tanti bambini e alle famiglie che si apprestano a vivere il nuovo anno scolastico.