Il SudEst

Tuesday
Aug 04th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente “Chiostri, Inchiostri e Claustri”

“Chiostri, Inchiostri e Claustri”

Email Stampa PDF

 

di VINCENZA D'ONGHIA

La cultura torna a risuonare nei vicoli di Noci

 


 

 

Le restrizioni imposte a livello nazionale per arginare l’epidemia di Covid-19 hanno colpito duramente il mondo della cultura che trova nella condivisione l’unica dimensione per esprimere completamente la sua funzione di divulgazione e confronto. I teatri ed i cinema chiusi, i circoli letterari deserti, le porte dei musei sbarrate, hanno ammutolito quella vivacità culturale che contraddistingue grandi città e piccoli centri, facendoci sprofondare in un silenzio che, specie in un Paese come il nostro, ancor più che con un’assenza di suono, si identifica con un’assenza di contenuti.

La volontà di dare un segnale di speranza e di ripresa che coinvolgesse in maniera corale la comunità nocese, ha spinto quindi il Parco Letterario Formiche di Puglia, ente promotore della rassegna letteraria Chiostri, Inchiostri e Claustri- Letture di mezza estate, originariamente programmata per fine marzo, ad individuare nei giorni compresi tra venerdì 31 luglio e domenica 2 agosto, un nuovo momento per riproporre il festival e ridare vita al settore della cultura e dello spettacolo nella cittadina murgiana. L’evento vede la collaborazione  dell’ Amministrazione Comunale, di alcune tra le più attive realtà culturali del territorio quali le associazioni Pugliè, Vivere d’arte Eventi, Lunedì letterario, I Presidi del Libro, Noci MyDestination, delle librerie Mondadori Point e Fatti di carta e di alcuni operatori culturali esperti nell’organizzazione di eventi che uniscono l’approfondimento all’intrattenimento.

Il centro storico di Noci, ormai tappa obbligata negli itinerari turistici della Valle d’Itria per i suoi vicoli tortuosi e le sue peculiari gnostre, corti originatesi nel cuore dell’agglomerato urbano prevalentemente tra il XV e il XVII secolo, nel fine settimana a cavallo tra luglio e agosto si animerà quindi di incontri e momenti di intrattenimento musicale di qualità nel rispetto delle attuali normative in tema di sicurezza e prevenzione con spazi all’aperto delimitabili, distanziamento,  accessi regolati per evitare assembramenti e presentazione di autocertificazione, il tutto affidato al coordinamento della Protezione Civile e della Croce Rossa. Al fine di conciliare le normative con la valorizzazione del territorio e rendere possibile lo svolgimento degli incontri in scorci che ne racchiudano i tratti caratteristici, la storia e l’intrinseca bellezza, sono stati individuati come potenzialmente idonei ad ospitare la manifestazione Largo Torre, Largo Sotto Ten. Rotolo,  Largo Porta Nuova, Via Pozzo Epifani, Largo Spirito Santo e Via Pietro Gioia, vicini e facilmente raggiungibili l’uno dall’altro, mentre nei Chiostri, eleganti contenitori culturali utilizzati tutto l’anno per eventi di prestigio, verranno allestite mostre ad accesso regolato.

Il cartellone è ancora in via di definizione: sono infatti   numerosissimi gli autori che avevano dato la loro iniziale adesione e, ricontattati dopo l’emergenza sanitaria, hanno entusiasticamente confermato la loro partecipazione. Si parte venerdì 31 luglio con Trifone Gargano, Francesco Longo, Michele Damiani, Alfredo Di Giovanni, Jean Paul Stanisci, Giampiero Scatigna, Giuseppe Pascali, Pierfrancesco De Masi, Davide Grittani, Mario Gabriele e Antonio De Grazia, Antonello Di Gennaro  e Tommaso Landolfo. Sabato 1 agosto saranno protagonisti con i loro ultimi lavori Gabriella Genisi, Massimo Bray, Francesco Maurogiovanni, Domenico Cofano, Erica Mou, Grazia Procino, Giovanna De Crescenzo, Onofrio Pagone, Tommaso Occhiogrosso, Livio Minafra, Angelo Panarese e Stefania Meneghella. Chiuderanno la rassegna domenica 2 agosto Carlos Solito, Francesco Carofiglio, Gianni Spinelli, Nicola De Matteo, Lino Angiulli, Giosuè Lippolis, Angelo Lucarella, Armando Genco, e Ettore Catalano. Altrettanto prestigiosa è la rosa di interlocutori che avranno il privilegio e l’importante compito di dialogare con gli autori, comprendente, tra gli altri, Dora Intini, Liana Plantone, Daniela Della Corte, Lorita Tinelli, don Stefano Mazzarisi, Carmen Nolasco, Tommaso Galliani, Miriam Palmisano, Vittorino Curci, Vincenza D’Onghia, Angela Bianca Saponari, Piero Liuzzi, Monica Bruno, Leopoldo Attolico, Annalisa Campanella, Rocco Roberto, Pietro Sisto, Mariangela Parisi, Antonietta Lippolis, Annachiara D’Onghia, Gianni Tinelli e Francesca Amatulli. Non è esclusa la presenza di altri ospiti ancora da confermare. Gli incontri, della durata di circa 45 minuti, avranno inizio alle ore 19 e le opere presentate spaziano dalla narrativa alla saggistica con un’ampia offerta in grado di soddisfare svariate preferenze letterarie e differenti fasce d’età.

Al termine degli incontri, in tarda serata, Largo Porta Sotto Ten. Rotolo, recentemente rivalorizzato, sarà il palcoscenico per concerti dedicati al grande cantautorato italiano con omaggi a Fabrizio De Andrè, Francesco De Gregori e Pierpaolo Pasolini.

Tre serate dense di appuntamenti, dunque, in uno dei centri più accoglienti e affascinanti della Valle d’Itria per ricominciare all’insegna della Cultura e trasmettere il messaggio che, seppur con regole differenti rispetto al passato e con alcune imprescindibili precauzioni, si può stare insieme, si può condividere, si può andare avanti.


Immagine I: Il logo della rassegna letteraria “Chiostri, Inchiostri e Claustri” che si terrà a Noci il 31 luglio e l’1 e 2 agosto.