Il SudEst

Tuesday
Oct 27th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente Progetto D-SySCom: a Bari aggiornamento su azioni svolte e prossimi passi

Progetto D-SySCom: a Bari aggiornamento su azioni svolte e prossimi passi

Email Stampa PDF

 

di GRAZIA INTINI

Il progetto D-SysCom - Data System Platform for Smart Communities ha avuto una vetrina in occasione della giornata conclusiva dell’ottantaquattresima edizione della Fiera del Levante di Bari. Domenica 11 ottobre l’Arena dei congressi della Fiera ha accolto il terzo workshop di presentazione e aggiornamento del piano dal titolo “Progetto D-SySCom: sperimentazione sul tema Smart City And Communities”, importante momento per puntare l’attenzione sugli obiettivi e sui punti di forza e per mostrare gli avanzamenti effettuati nelle attività.


Programma cofinanziato dalla Regione Puglia mediante il bando pubblico INNOLABS, D-SySCom riguarda un processo di innovazione tecnologica con l’implementazione di un sistema di aggregazione e fruizione intelligente di dati declinato su tre domini applicativi: Smart Building (telecontrollo dell’impianto termico e di illuminazione comunale, monitoraggio e limitazione dei consumi dell’edificio), Smart Social (”efficiency enhancement” dei servizi sociali comunali) e Smart City (ottimizzazione e innovazione del servizio di videosorveglianza, monitoraggio e sicurezza).

Il fulcro del progetto è il processo di innovazione svolto in compartecipazione con gli utenti finali, ossia i Comuni di Nardò, Noci e Conversano, che stanno prendendo parte attivamente all’iter di progettazione, sviluppo, sperimentazione e test delle soluzioni innovativa, assieme alle imprese e agli enti di ricerca proponenti.


In occasione del convegno presso la Fiera del Levante, a presentare il progetto, le sue finalità, gli attori coinvolti, le azioni svolte e quelle future è stata l’ing. Maria Rita Muolo, responsabile dei progetti di R&S per la società capofila del raggruppamento, la Servizi di Informazione Territoriale S.r.l., che coordina il gruppo di lavoro, monitora l’attuazione delle attività e mantiene l’interlocuzione con l’ente valutatore e finanziatore. A seguire la dott.ssa Fenicia Cicerelli, amministratore della società Aliser S.r.l., ha descritto la sperimentazione di teleassistenza, telecontrollo e monitoraggio di parametri clinici presso un gruppo di pazienti anziani e affetti da malattie croniche, selezionato assieme ai servizi sociali del Comune di Noci e al medico di medicina generale coinvolto. Nell’occasione è stato mostrato il funzionamento di alcuni dispositivi di misurazione quali saturimetro, pulsossimetro, misuratore di temperatura ed ECG che, nel corso del progetto, sono stati affidati all’operatore che svolge assistenza domiciliare presso i pazienti selezionati per l’esecuzione periodica di tali misure.

L’ing. Gianni Ventola della società Geatecno S.r.l. ha illustrato, invece, la sperimentazione di Smart Building eseguita presso l’edificio che ospita il municipio di Nardò, che ha previsto l’efficientamento energetico di un’ala dell’edificio e la misurazione degli stessi parametri in un’ala adiacente lasciata non efficientata. Con l’installazione di alcuni sensori, attuatori e centraline di lettura e trasmissione dei dati, si sta verificando al confronto delle due parti dell’edificio, un incremento dell’efficienza energetica della parte efficientata anche del 60-70% rispetto a quella non efficientata.

Per concludere il dott. Vito Virgilio, amministratore della Eulogic Srl, ha descritto l’approccio seguito per la progettazione delle APP per dispositivi mobile e le funzionalità introdotte e sviluppate nell’implementazione. Tali strumenti saranno a breve messi nelle mani degli amministratori pubblici coinvolti nel progetto per l’ultima fase, quella del test e della validazione delle soluzioni innovative create.


Dopo quello di Bari il progetto prevedrà ancora degli appuntamenti per fruire di un riscontro rispetto all’effettivo utilizzo della piattaforma operativa di centrale e delle mobile application quali strumenti innovativi di consultazione e fruizione delle informazioni.

*Ufficio stampa