Il SudEst

Thursday
Nov 26th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Ambiente Ambiente Irene Antonucci si racconta tra sogni e “All together now”

Irene Antonucci si racconta tra sogni e “All together now”

Email Stampa PDF

 

di MARIA DEL ROSSO

Irene Antonucci è il nuovo volto del programma di canale 5, “All together now”.

 


 

Irene è un’ attrice pugliese, di uno dei paesi più affascinanti della provincia di Bari, Trani.

Nel corso della sua carriera artistica si è contraddistinta per il suo carisma, per il suo straordinario talento e per la sua preparazione, frutto di lunghi  anni di studio e di sacrificio.

All’ età di 22 anni si laurea alla facoltà di Lettere e Filosofia all’ Università degli Studi di Bari e nel frattempo lavora come conduttrice per spettacoli live e radio. Si trasferisce a Roma l’anno dopo per frequentare un master in Marketing e Comunicazione nella moda e Spettacolo, lavorando contemporaneamente come attrice. Frequenta i primi corsi di teatro iniziando a scrivere brevi saggi intimistici. Persegue la mission della comunicazione scenica accostando  viaggi di studio e piacere. Nel 2015 si trasferisce a Milano dove inizia a studiare presso l’Accademia CTA recitazione, dizione e doppiaggio con gli insegnanti Pino Pirovano, Annina Pedrini, Emiliana Perina. Successivamente si specializza in recitazione e drammaturgia comica, lavorando al fianco di Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Riccardo Piferi. Dopo tre anni su Milano lavora  come conduttrice di “A Voice for music”, attrice su “Camera Cafè”; attrice nel programma di “Crozza nel paese delle meraviglie”, “Parodie di Gastom Zama”, autore de “le Iene”; nel programma “Big show” su Italia Uno; volto di numerosi spot televisivi Rai e Mediaset, corti indipendenti, voce di diversi spot su Radio 105; e attrice di numerosi spettacoli teatrali. Nel 2017 torna a Roma e lavora in diversi teatri romani, tra cui teatro Marconi dove si esibisce nel ruolo di Eugenia, nella commedia “Gli innamorati” di Goldoni, per la regia di Massimiliano Milesi. A Roma frequenta workshop e master class, tra cui quello sulla tecnica Chubbuck tenuto da Patrizia De Santis e il workshop “L’attore e la spada”, per affinare il combattimento scenico presso la storica Accademia d’armi Musumeci Greco.

Irene è divenuta nel tempo una donna di successo e dotata di grande sensibilità.

Infatti, è attiva in produzioni web, campagne sociali contro il bullismo, la violenza contro le donne. Nel periodo del lockdown realizza due cortometraggi di cui “2020 Fuori Moda” con il quale vince il Premio Miglior Cortometraggio Rivelazione al Castelli Romani Film International CroffiLive. Attualmente Irene è  madrina del Foligno Calcio.

Irene Antonucci è un orgoglio per la nostra Puglia che con il suo esempio insegna ai giovani a lottare per i propri sogni attraverso il  sacrificio e la passione si possono raggiungere grandi traguardi e successi.

Irene, sei il nuovo volto in tv da mercoledì 4 novembre in prima serata su Canale 5 come giudice ad “All Together Now”. Come stai vivendo quest’ esperienza e quali emozioni stai provando?

“Intanto grazie per questa intervista, beh devo dire che ho fatto diversi programmi, ma ATN è un programma speciale, siamo 100 anime tutte diverse, tutte piene di vita, ognuno con la sua storia, pronti a mettersi in gioco non solo come giudici ( d’altronde ricordiamoci che siamo spesso dall’altra parte, perciò non dimentichiamo il senso del gioco del programma e la spensieratezza, soprattutto dato il periodo storico). Date le premesse sono molto emozionata ed elettrizzata.”

L’ amore, la passione, lo studio e il talento per il teatro ti hanno portata a raggiungere grandi traguardi. Quale consiglio vorresti suggerire ai tanti ragazzi che sognano di intraprendere il tuo stesso mestiere?

“Suggerisco di non mollare mai, anche quando la vita ti mette a dura prova, anche quando la salita è tortuosa, anche se  ti tolgono il respiro, anche quando lo Stato dimentica il valore intrinseco della cultura e dell’arte. Noi artisti lavoriamo con le emozioni e con l’anima, perciò nessuno potrà ostacolare il nostro percorso millantandolo. Non si vince con l’inganno, non si vince con le scorciatoie, ne con le credenze e pareri approssimativi, fidatevi del vostro istinto, studiate, viaggiate, siate assetati, curiosi, bramosi della verità, stupitevi e sappiate sorprendervi, i risultati non tarderanno ad arrivare e ricordate : non fatelo per la popolarità ma trovate la vostra mission in fondo al cuore.”

Spesso il tuo lavoro ti ha portato lontano dalla tua terra natale. Di cosa non potresti farne a meno della Puglia?

“Amo la mia terra, e sarebbe bello poter tornare ad esprimermi nella mia Puglia; non a caso ho realizzato un cortometraggio e spero di poterlo candidare a dei Festival in Puglia. Bisognerebbe fare un appello alla regione, e all’Apulia Film Commission di coinvolgere il più possibile gli artisti pugliesi che sono in giro per il mondo e sono patrimonio umano di una terra così ricca e preziosa. Fermo restando che prima di tornare alle origini è fondamentale fare un viaggio fuori e dentro di se.”

In questi tempi difficili dominati dall’ incertezza dovuti dalla pandemia, molta gente vive nella paura e nella precarietà. Un augurio che vorresti donare al tuo pubblico.

“Come ho ribadito a più riprese, il nostro è a prescindere un lavoro precario e alcuni fanno ancora fatica a riconoscere il nostro come un vero e proprio lavoro ( e vi assicuro che dietro la passione c’è tanta dedizione e sacrifici, non è per tutti, devi saper accettare le sfide, devi amare l’incertezza e saper proteggere il tuo amore) pertanto nulla di diverso dal solito, solo particolarmente messo in luce. Il consiglio è quello di sapersi reinventare, magari, perché no, imparando a fruttare a proprio vantaggio i nuovi mezzi di comunicazione, tra i quali, primi fra tutti i social media. A tal proposito ne approfitto per invitarvi a seguirmi su Instagram ireneantonucci_official, non di meno su Facebook o Youtube.”

Ph. di Studio Carbonelli e Seganti

©Riproduzione riservata