Il SudEst

Thursday
Oct 18th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

Il turismo sessuale con minori nella logica della globalizzazione

Email Stampa PDF

di ELISABETTA DI LERNIA

La situazione dei bambini vittime di violenze (molestie, abusi, sfruttamento, turismo sessuale, pedopornografia, mercato degli organi e varie forme di schiavitù) è oggigiorno strettamente correlata, sotto l’aspetto antropologico, storico, sociale ed economico, alle strategie del Mercato globale, strategie in gran parte responsabili sia delle nuove problematiche sociali, culturali e politiche, che delle guerre finalizzate allo sfruttamento delle risorse.


Nella logica contemporanea, una logica in cui tutto è Mercato, l’individuo è stato scalzato dalla sua identità per essere omologato a modelli imposti in nome di un fantomatico progresso: non più persona ma Consumatore. Non più persona ma Merce. Tutto è interconnesso, e le merci possono viaggiare, ed essere trattate, secondo il paradigma della domanda e dell’offerta, non solo nel mondo reale e tangibile ma anche in quell’altro mondo, virtuale ed intangibile, che è Internet.
Volendo realmente comprendere le complesse dinamiche del fenomeno del turismo sessuale con minori, non possiamo prescindere da quel primo e fondamentale passaggio che fa del turista un consumatore e del minore una merce. Un rapporto che, evidentemente, nel Mondo-Mercato, non può più essere configurato come un fenomeno circoscrivibile ai Paesi del Terzo Mondo, come tanta informazione induce a credere, forse allo scopo di rassicurare il lettore occidentale, ma che deve invece essere analizzato in modo globale. Anche qui in Italia, in Europa e in Occidente.
In quest’ottica, la stessa definizione "turista sessuale di minori" risulta ormai obsoleta, in quanto non tiene conto di possibili, e assai probabili, sviluppi successivi. Limitandosi a definire come “turista- viaggiatore” chi pratica l’abuso di minori al di fuori della sua sede abituale, si tralascia di considerarne, e definirne, il comportamento al di dentro della sua sede abituale, nella quotidianità.
I dati maggiormente riportati dai mezzi di informazione riguardo al turismo sessuale con minori, elaborati secondo l'ottica sopra descritta, sono:


- gli italiani detengono da lungo tempo il primato mondiale del turismo sessuale con minori;
- i turisti sessuali con minori nel Mondo sono tre milioni ...;


- il giro d'affari, nel Mondo, intorno al turismo sessuale con minori, ammonta a 5 miliardi di dollari all'anno.... (giro d'affari che è gestito soprattutto da vere e proprie organizzazioni criminali)


Ma quanto possono essere considerati attendibili questi dati? Visto che i minori vittime di violenza e sfruttamento sessuale nel Mondo sono almeno 150 milioni le bambine e 73 milioni i bambini e gli adolescenti (sotto i 18 anni), per un totale di 223 milioni di bambini (fonte UNICEF).
Il RITRATTO dei turisti-clienti sessuali con minori, che viene delineato all'interno dei vari comunicati stampa e articoli, è sempre quello di: «padri di famiglia alla ricerca di trasgressione, benestanti, predatori sessuali che hanno un'età tra i 20 e i 40 anni».


Nel ritratto la parola "pedofilia" è assente.


È interessante notare come all'interno di questo ritratto non vengano menzionate altre età, cinquantenni, sessantenni e settantenni, forse un escamotages per non far emergere un ritratto più completo e corretto dei turisti-clienti, ossia mariti, padri, zii e nonni? Quanti sono realmente i “predatori sessuali-i pedofili” alla ricerca di trasgressione, anche qui, nel nostro mondo?


In conclusione


Così come avviene nella logica del Mercato il cliente sessuale di minori si sente esonerato dal mettere in discussione il proprio comportamento e dal porsi domande circa la dignità lesa del minore e la tragedia umana da lui vissuta, in quanto consumatore pagante. L'atto del pagamento della prestazione sessuale, consente a questa tipologia di cliente di non considerare il suo agire un reato. Nella sua logica, a livello più o meno consapevole, il gesto del pagamento equivale a un atto liberatorio, in quanto gli consente di considerare il minore come merce, e se stesso come un semplice consumatore. Il meccanismo psicologico che si innesca è semplice: la dinamica "vittima (minore) e carnefice (adulto)" viene scalzata e sostituita dalla dinamica "domanda e offerta", ossia «io ti do i soldi e sono quindi legittimato ad abusare sessualmente di te, quello che sto facendo non è un reato. Sto acquistando temporaneamente il tuo corpo, tu sei merce».


Stando a quanto scritto nella Carta dei diritti dei bambini e adolescenti, firmata da quasi tutti i paesi del mondo, tutte le libere interpretazioni elaborate dai clienti sessuali adulti sono da condannare in quanto l'abuso sessuale di minori deve (dovrebbe) essere sempre considerato un reato penale. In sintesi, l'abuso sui minori, deve essere sempre ed ovunque perseguito penalmente, sia nel caso in cui a perpetrarlo siano clienti e/o turisti (la domanda) abituali e/o occasionali, sia nel caso in cui gli abusanti siano conoscenti, famigliari o estranei.

Elisabetta Di Lernia

Allego la PETIZIONE che porto avanti da più di due anni: un decalogo etico sulla tutela dell’infanzia. Firmata da più di 28400 persone, la petizione non ha raggiunto finora l’obiettivo di dar maggior risalto alla drammatica situazione coinvolgendo tanto gli organi d’informazione che le istituzioni. L’ho quindi trasformata nel tempo in una campagna di sensibilizzazione nel tentativo di evitare che questa tragedia in atto venga presto dimenticata.


LA PETIZIONE: https://www.change.org/p/al-presidente-della-repubblica-italiana-sergio-mattarella-dove-sono-finiti-i-bambini-10-000-bambini-emigrati-in-europa-sono-scomparsi-nel-nulla
L'ULTIMO AGGIORNAMENTO con il video https://www.change.org/p/al-presidente-della-repubblica-italiana-sergio-mattarella-dove-sono-finiti-i-bambini-10-000-bambini-emigrati-in-europa-sono-scomparsi-nel-nulla/u/23180396

alcuni link
http://espresso.repubblica.it/attualita/2017/03/17/news/la-legge-contro-i-pedofili-e-ancora-bloccata-1.297396
https://www.fanpage.it/grecia-bimbi-di-10-anni-tentano-il-suicidio-nellinferno-di-moria-tra-stupri-e-violenze/
https://www.lettera43.it/it/articoli/politica/2018/08/28/mons-carlo-maria-vigano-accuse-papa-francesco-abusi-minori/223034/
http://espresso.repubblica.it/attualita/2017/05/15/news/pedofilia-e-internet-perche-e-sempre-peggio-1.301598
https://www.osservatoriodiritti.it/2018/03/27/turismo-sessuale-minorile-nel-mondo-italia-ecpat/