Il SudEst

Thursday
Oct 18th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Archivio articoli

Una nuova stagione di lotta per la Costituzione

Email Stampa PDF

di ALFIERO GRANDI*

A quanti hanno aderito alla newsletter del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale


Vi sottoponiamo il testo di un breve documento (Per una nuova stagione di lotta per la Costituzione) a cui chiediamo la vostra adesione e se ritenete che sia condivisibile di farlo conoscere ai vostri amici e referenti per allargare le adesioni.

Siamo preoccupati dalla torsione del dibattito politico che si sta caratterizzando per posizioni che mettono in discussione principi fondamentali della nostra Costituzione. Sapevamo che non sarebbe bastata la vittoria del 4 dicembre 2016 ma il ritorno di tentazioni che vogliono rimettere in causa la Costituzione è fin troppo ravvicinato. Lo abbiamo visto con preoccupazione per quanto riguarda i migranti ma anche per il ritorno di volontà accentratrici e autoritarie in materia istituzionale che – se consolidate e non contrastate – potrebbero riaprire una nuova stagione di tentativi di stravolgimento della Costituzione, fino al riemergere del presidenzialismo e la riduzione del parlamento a sede di pura ratifica.

Ci sono altri campi di intervento che richiedono un nostro intervento come i diritti dei lavoratori e le politiche per l'occupazione e lo sviluppo, ormai rallentato a livelli preoccupanti, una ferma affermazione ai diritti in materia di accesso all'istruzione, alla salute, ad un'assistenza adeguata per aree della società sostanzialmente abbandonate, ad una vecchiaia serena.

Con questo documento vogliamo aprire una nuova stagione di iniziative, ancorate all'attuazione della Costituzione, in grado ancora una volta di dare voce e aiutare l'organizzazione di cittadini che vogliono affermare il loro punto di vista con vigore, anche quando le rappresentanze politiche e associative non riescono a farlo.

Attuare la Costituzione è anzitutto partecipazione attiva e questo ci proponiamo di fare con tutto il nostro impegno anche se i mezzi a disposizione restano del tutto insufficienti.

p. la Presidenza

*Coordinamento per la Democrazia Costituzionale