Il SudEst

Tuesday
May 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità "Notti di stelle" illuminerà l’estate barese

"Notti di stelle" illuminerà l’estate barese

Email Stampa PDF

Redazionale

Dopo un anno di pausa, la Camerata Musicale Barese torna   a programmare   la tradizionale rassegna   jazz estiva "Notti di Stelle", che si svolgerà sia al   Teatro Petruzzelli e sia nel suggestivo Sagrato   della Basilica di San Nicola, una perla d'Arte e di Storia del nostro capoluogo.

Malgrado le difficoltà dovute ad un drastico taglio dei finanziamenti pubblici, la Camerata ha voluto   strenuamente mantenere lo standard qualitativo che ha caratterizzato anche le passate edizioni.

Quasi trent'anni di storia di un festival, gemellato con "Umbria jazz", che ha visto avvicendarsi sul palcoscenico grandi stelle del firmamento di quella fantastica musica tra i quali: Miles Davis,

Dexter Gordon, Sara Vaughan e che anche per quest'anno non poteva smentire la propria strepitosa tradizione.

Si parte dunque il 25 giugno con la replica straordinaria di "Concerto" di   Sergio Cammariere, Gino Paoli   e Danilo Rea, che tornano sul palcoscenico del Teatro Petruzzelli dopo il sold-out registrato a novembre.

Una performance che intende coniugare la dimensione jazzistica con la canzone d'autore, seguendo il filo conduttore della raffinatezza e della poesia.

Il secondo evento in rassegna, previsto per l'11 luglio, sarà dedicato al Flamenco e al jazz, due generi apparentemente distanti ma che sono accomunati da una genesi, che è l'incrocio di passione, arte e creatività.

Ad esibirsi il pianista spagnolo Chano Dominguez, a cui si deve un rinnovamento del genere flamenco-jazz e che ha già collaborato con grandi nomi del jazz, tra i quali: Paco De Lucia e

Harbie Hancock. Grazie al suo vibrante pianismo, assai coinvolgente dal punto di vista emozionale, ha incantato le platee di tutto il mondo.

Quindi un concerto decisamente singolare, che coniuga due nobili arti come musica e danza, in uno spettacolo unico, fortemente evocativo e carico di pathos.

Grande conclusione il 12 luglio con il gruppo degli Hudson, un collettivo composto da:

Jack Dejohnette, John Scofield, John Medeski e Scott Colley, quattro grandi artisti che, sulle orme di Miles Davis, intendono scrivere un nuovo capitolo dell'incontro tra jazz e rock. Una super band che costruisce un concerto   sui generis. Infatti il disco è un omaggio al fiume Hudson ed alla musica che è nata attorno a questo storico fiume che scorre dal Canada a New York. Ci sono canzoni di

Bob Dylan, The Band, Joni Mitchell ed altre legate a quei luoghi.

Un progetto di grandi eventi che farà molto discutere nella prossima estate e che   conferma l'impegno, la serietà e la ricerca che da sempre contraddistinguono le proposte culturali della Camerata.

Tutti gli eventi saranno in esclusiva regionale ed è prevista una formula abbonamento con speciali riduzioni riservate ai giovani fino a 26 anni.

L’estate barese, potrà quindi contare su di una edizione degna del passato, che brillerà   ancora nel panorama jazz del meridione e che offrirà alla città una ennesima conferma dell’importanza e

dell’impegno che la Camerata dedica al jazz da tanti lustri.

Continuano intanto le prenotazioni per il terzo degli appuntamenti di “TeatroDanza Mediterraneo” per il quale, sulla scena, il prossimo 30 aprile ci sarà il Balletto Flamenco Espanol.

La Camerata comunica inoltre che è in corso la campagna abbonamenti per la 77ª Stagione che si annuncia densa di contenuti artistici e musicali

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, Box Office c/o La Feltrinelli, Botteghino del Teatro Petruzzelli e on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it