Il SudEst

Tuesday
Jun 19th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità Lady Gaga ritorna dal suo pubblico più splendente che mai

Lady Gaga ritorna dal suo pubblico più splendente che mai

Email Stampa PDF

di SARA LAURICELLA

Forza Lady Gaga!


Un’artista guerriera che si è dovuta bruscamente fermare per circa un anno a causa della fibromialgia. Ma Lady Gaga, già caparbia per natura, ha fatto un colpo di coda: ha annullato per ben due volte le tappe del “Joanne World Tour” ed ha pensato a curarsi e raccogliere le forze.  E così la Lady “matta” ritorna facendosi fotografare a New York all'uscita dagli "Electric Lady Studio", dove è stata festeggiata dai fans che la seguono imperterriti. Ed ovviamente i suoi seguaci sapevano bene che la loro beniamina stava lavorando alla colonna sonora di "A Star Is Born", pellicola in cui  sarà anche co-protagonista, al fianco di Bradley Cooper. Un anno sabbatico, forzato, iniziato da un concerto annullato per dei dolori fortissimi in tutto il corpo che l’hanno costretta a curarsi. La fibromialgia, una delle “nuove malattie riconosciute” si manifesta, infatti con dolori e rigidità muscolare diffusi, spesso associati a cefalea, astenia e disturbi dell'umore. Anche grazie a Lady Gaga questa terribile malattia è stata sdoganata, avendolo lei dichiarato apertamente di esserne affetta, ed incoraggiando tutti i malati a curarsi e combatterla. L’artista, di origine parzialmente italiana, non è nuova ai “combattimenti”  sia di natura lavorativa che personale: dal punto di vista personale, ha dovuto superare la violenza sessuale fattale all’età di 19 anni e, dal punto di vista artistico, come spesso accade, ha dovuto combattere non poco per il riconoscimento del suo talento. Eppure  ha dato prova della sua vocazione artistica già a soli 4 anni imparando a suonare il piano, mentre a 13 ha scritto la sua prima composizione musicale e a 14  ha iniziato ad esibirsi alle serate 'open mic' nei locali di New York. Un fitto percorso che l’ha portata a creare il suo personaggio  così variegato e contestato, ma con un’indubbia formazione artistica a tutto tondo che spazia dalla musica al teatro fino alla scrittura. Una mente creativa ed unica formatasi crescendo a suon delle grandi icone che hanno rappresentato  gli anni  70, 80 e 90 quali David Bowie, Madonna, i Queen e Michael Jackson… e, come le sue icone, anche lei creatrice e lanciatrice di stili e di look. Certo per chi ama il classico non è il personaggio più adatto ma, adesso, l’importante è che ritorni a suonare, a cantare e, soprattutto, a sorridere.