Il SudEst

Wednesday
Oct 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità Il Teatromusicale Della Camerata Musicale Barese

Il Teatromusicale Della Camerata Musicale Barese

Email Stampa PDF

Redazionale

Anche quest’anno la Camerata Musicale Barese nell’ambito della 77ª Stagione Concertistica propone quattro Eventi di grandissimo spessore culturale dedicati al “Teatro Musicale”.

La rassegna si aprirà sabato 10 novembre al Teatro Petruzzelli con "Pensieri all’improvviso” di e con Lina Sastri.

Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale, con grande successo, lo scorso 4 luglio a Napoli al “Napoli Teatro Festival”.  Una riflessione poetica in controluce sull’amore, sulla vita, sull’arte ispirata al libretto omonimo in versi della stessa Sastri. Brevi sprazzi di luce e ombre del cuore, spesso nati spontaneamente in versi, così all’improvviso… trascritti, fermati sulla carta prima che svaniscano. Testi e composizioni più qualche breve citazione da scritti poetici e letterari di donne che molto hanno amato e scritto di Napoli. La musica è la musica dei poeti: da Dalla a De Andrè, da Tenco a De Gregori, a Pino Daniele. Più qualche sorpresa. Poesia che parla di ferita d’amore e di ferita dell’anima, ma anche di gioia improvvisa. Di dolore e speranza. Di etica e di giustizia. Il sottotitolo dello spettacolo è “cantata del prima e del dopo”. Il prima e il dopo segnano il tempo dell’anima: quando le cose si sentono, in modo diverso; con maggiore passione forse il prima, ma con profondo amore, dolore e pietà il dopo. E la musica scandisce i tempi del respiro del cuore. Ogni tanto il canto. In scena, con la Sastri strumenti acustici, pianoforte e corde.

Il 9 dicembre, sempre al Teatro Petruzzelli, andrà in scena “Memorie di Adriano”, un coinvolgente concerto omaggio alle canzoni più belle e conosciute di Adriano Celentano. Protagonisti saranno Peppe Servillo, noto cantante e leader degli Avion Travel, e una band di primissimo ordine formata da Javier Girotto al sax, Fabrizio Bosso alla tromba, Furio Di castri al contrabbasso, Rita Marcotulli al pianoforte e Mattia Barbieri alla batteria. Il concerto sarà l’occasione per riascoltare e cantare insieme grandi successi come “Una carezza in un pugno”, “Storia d’amore”, “Azzurro”, “Stai lontana da me”, “Sognando”, “Sei rimasta sola”, “Sotto le lenzuola” e tante altre, splendida colonna sonora di intere generazioni. Adriano Celentano è un autore e interprete che ha cantato un’epoca di grandi entusiasmi e di grandi trasformazioni, un personaggio originalissimo e a tratti anche scomodo che domina la scena italiana da decenni, dimostrando anche una grande sensibilità verso situazioni e temi di attualità. Con il repertorio di Adriano Celentano ritroviamo le canzoni che hanno fatto storia e che in questo concerto vengono riproposte con quel senso di rispetto, disillusione e ironia che si è rivelato la vera magia dell’incontro di Peppe Servillo e della sua formidabile band con lo straordinario repertorio del “molleggiato”.

Terzo appuntamento con un volto noto del cinema italiano: Stefania Rocca l’11 dicembre in “Esercizi di Stile – Raymond Queneau e la musica francese del ‘900”. Musica e parole per ascoltare la grazia e l’ironia di un testo che gioca con il potere evocativo della scrittura grazie alla voce dell’attrice, al violino di Patrizia Bettotti, al clarinetto di Giampiero Sobrino e al pianoforte di Andrea Dindo.

Stefano Bartezzaghi ha definito “Esercizi di stile” il libro capolavoro di Raymond Queneau “un testo esilarante di retorica applicata, un avvincente gioco enigmistico, un manifesto letterario, un tracciato di frammenti autobiografici”. Un banale incontro sull’autobus corredato di notazioni e dettagli, diventa per l’autore l’emblematico spunto per un omaggio celebrale, intellettuale e spesso trasgressivo al linguaggio inteso come connessione tra forma e sostanza. I suoi esercizi di stile sono 99 maniere diverse di raccontare, e dunque interpretare, che diventano le tante voci e i tanti specchi di quel labirinto che è la realtà.

 

 

 

Chiude la rassegna, il 7 marzo al Petruzzelli, il Musical: “Kiss me Kate”, una novità assoluta nel panorama del teatro musicale italiano.  Considerato il vero capolavoro di Cole Porter e uno dei classici di Broadway più amato da critica e pubblico, questo musical, ispirato alla commedia di Shakespeare “La bisbetica domata” contiene alcune delle più belle e famose canzoni del repertorio dell’autore. L’ottimo dosaggio di humor, romanticismo e divertente satira, ne fanno uno show perfetto sotto tutti i punti di vista.

I personaggi di questo musical sono al tempo stesso interpreti shakespeariani e protagonisti della vita reale, passando rapidamente dal tono di scena al “dietro le quinte”, con effetti di un fantasioso “backstage” svelato al pubblico. Si tratta dunque di uno straordinario effetto di “Teatro nel teatro”, il tutto sorretto da una partitura musicale allegra, energica e vitale come solo Cole Porter poteva fare.

Quattro appuntamenti, un intreccio di musica e parole che emozioneranno il pubblico coinvolgendolo verso emozioni senza fine.

Informazioni e prenotazioni presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli, Box Office c/o La Feltrinelli e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.