Il SudEst

Monday
Jul 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità Grande successo per il Festival “Fatti di storie” 2019

Grande successo per il Festival “Fatti di storie” 2019

Email Stampa PDF

di STEFANIA DI MITRIO*


Quattro giorni e sei eventi: emozioni, incontri, spettacolo e riflessioni per interrogarsi sul presente e costruire il futuro. Più di 800 persone hanno preso parte al Festival “Fatti di storie” 2019 che dal 28 al 30 giugno con un’anteprima del 21 giugno si è svolta  all’ Ex Macello – Laboratorio Urbano di Putignano. Grande la soddisfazione degli organizzatori e dei prestigiosi ospiti che hanno contraddistinto questa quarta edizione.



Il Festival si è aperto con una suggestiva anteprima nel centro storico della città; dapprima  il pubblico ha partecipato ad una vera e propria staffetta poetica dal titolo “Canti per la vita quotidiana. A cosa serve la poesia” che ha visto protagonisti Gigi Gherzi e Giuseppe Semeraro, attori e scrittori, insieme al musicista Andrea Manghisi, che ha guidato i presenti attraverso le viuzze del borgo antico, fra le 4 tappe in cui si è svolto il reading; a seguire due delle protagoniste  della “Ciclostaffetta della pace da Roma a Riace” hanno raccontato la loro esperienza.

Poi appuntamento per il weekend successivo, appena concluso: la prima serata ha visto protagonista Maria Antonietta, giovane cantautrice marchigiana, con il suo reading-concerto “Sette ragazze imperdonabili”, che ha letteralmente incantato i presenti, che a fine serata si sono trattenuti a lungo per il firmacopie dell’omonimo libro pubblicato dall’artista con Rizzoli nello scorso marzo. L’opening della serata è stato affidato a Rosita, ventenne cantautrice di Ruvo di Puglia, che con la sua voce e le note suonate al pianoforte ha creato la giusta suggestione per una serata indimenticabile.

La serata del 29 giugno è iniziata con una conversazione su “Etica, cultura, economia: l’utopia possibile. Esperienze a confronto “ che ha visto Fabio Brescacin - Presidente di EcorNaturaSì, Aldo Patruno – Direttore Dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia, Vincenzo Netti per Essenze di Puglia e Marco Notarnicola per XFarm agricoltura sociale alternarsi su una serie di spunti e suggestioni, che hanno fortemente coinvolto ed interessato il pubblico presente.

A seguire la proiezione del film “Un giorno all’improvviso”, con Anna Foglietta e Giampiero De Concilio, per la regia di Ciro D’Emilio sul rapporto profondo tra madre e figlio.

Alla fine della serata è intervenuto Gianluca Scarpa, montatore del film, che ha potuto svelare piccoli segreti e retroscena a  tutti presenti.

Davide Enia e Giulio Barocchieri sono stati i protagonisti indiscussi della serata conclusiva: lo spettacolo “L’abisso” ha conquistato il pubblico del Macello di Putignano, in un dialogo continuo con le musiche composte ed interpretate in scena da Barocchieri.

In un clima di convivialità si è conclusa anche questa edizione del festival, accompagnata tutte le sere dalle selezioni musicali di Jenny Giudetti.

Il Festival, giunto ormai al quarto anno di programmazione, è stato organizzato dall’Associazione “UBUNTU – Autoproduzioni Culturali”, “I MAKE”, “L’Isola Che Non C’è”, in collaborazione con “La Biottega” di Putignano, NaturaSì e l’associazione LunAzioni, con il sostegno di Fondazione Puglia, Gifin studio di ingegneria, Gruppo Mangini ed Happy Network, e con il patrocinio dell’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, del Comune di Putignano e del Teatro Pubblico Pugliese.

I risultati in termini di pubblico, di temi affrontati, di spettacoli proposti e personaggi ospitati, sono la migliore premessa alle future edizioni di un Festival coraggioso, contraddistinto dalla qualità della proposta culturale e dai diversi linguaggi artistici.

*Ufficio Stampa