Il SudEst

Monday
Nov 23rd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità Giulia Luzi canta l’autostima

Giulia Luzi canta l’autostima

Email Stampa PDF

 

di SARA LAURICELLA

Due domande per lei


Prescindere da te è il titolo del nuovo brano di Giulia ma potrebbe essere anche un mantra da ripetersi ogni volta  che stia per finire una storia. Avere la consapevolezza che, anche dopo la fine di  un rapporto, ci sarà  qualcosa che continuerà ad esserci: se stessi. Questo nuovo lavoro di Giulia  (Giulia Luzi) propone una donna, ma potrebbe essere chiunque, forte e indipendente che sa esattamente chi è e quale sia il suo posto nel mondo.  Una donna che - finito un amore - si interroga, su quale siano i suoi sentimenti, cercando di usare la giusta razionalità e un pizzico di cinismo.

Giulia quale potrebbe essere la frase che identifica  “Prescindere da te”?

-          Salve a tutti. Non è una frase che fa parte del testo ma un significato che si evince “Se finisce una storia, pur cosciente di quali siano i miei sentimenti, non devo dimenticare che  non sono io a finire”.

Quanto è importante per te mantenere i propri spazi?

-          Nei rapporti e, soprattutto, nella vita di coppia è importante conservare la propria individualità perché, come dice K. Gibran “La quercia e il cipresso non crescono l’uno all’ombra dell’altro”.

Nel video vediamo rabbia e dolore che diventano strumenti per divulgare un messaggio positivo

-          “E’ importante riuscire a “urlare” la propria rabbia per tirare fuori quel dolore, che se tenuto dentro, ci avvelenerebbe. Non ci si può lasciare nel silenzio, mai: non si può tacere, né con l’altro né tantomeno con noi stesse”.

Ti abbiamo vista duettare con Raige al Festival di Sanremo nel 2017 e recentemente con Samuel Storm nel tormentone estivo di Mon Amour, il cui video ha raggiunto il milione e trecentomila visualizzazioni, Con chi hai collaborato e chi ti ha seguito sia per il brano che per il video di “Prescindere da te”?

-          Il brano è stato prodotto dal Maestro Luca Chiaravalli per l’Etichetta Discografica Dischi dei Sognatori di Marco Rettani, con la distribuzione di Artist First. Per il video ho voluto accanto Mauro Russo, che cura importanti videoclip per il panorama musicale. Una squadra di professionisti e persone fidate perché in questo brano non c’è solo musica ma un messaggio importante che vorrei rimanesse indelebile.

Non ci resta che andare a gustarci il video e riflettere sul significato del brano e, magari, metterlo in pratica.