Il SudEst

Sunday
May 28th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Attualità Attualità “Gershwin, una storia americana”, the Empty Space a Molfetta

“Gershwin, una storia americana”, the Empty Space a Molfetta

Email Stampa PDF

di ALCESTE AYROLDI*

Francesco Sallustio, testo e narrazione

Giulia Barozzi, voce

Orazio Saracino, pianoforte

Nuovo prestigioso appuntamento per la terza parte della stagione del The Empty Space con l’inedito racconto che ha come protagonista la vita e la musica di uno tra i più grandi compositori del Novecento: George Gershwin.

Nuovo prestigioso appuntamento per la terza parte della stagione 2016-2017 del The Empty Space di Molfetta, organizzato da Andrew Sheldon e Roberta Bini.

Sabato 20 maggio (inizio ore 21), andrà in scena Gershwin, una storia americana con i testi e la narrazione di Francesco Sallustio, la cantante Giulia Barozzi e il pianista Orazio Saracino.

Un racconto dell'epoca d'oro di Broadway e della commedia musicale attraverso la vita e la musica del compositore più rappresentativo del Novecento americano, dapprima autore di canzoni di successo e poi creatore di una straordinaria contaminazione fra musica popolare, jazz e musica colta. Nello spettacolo si alternano narrazione, contributi audiovisivi d'epoca e interventi musicali dal vivo, scelti per rievocare un periodo-chiave nella storia della musica americana.

Tutti gli eventi della rassegna jazz vedono come media-partner Jazzitalia e saranno introdotti dal critico musicale e saggista Alceste Ayroldi.

Ingresso: euro 10.

Informazioni per prenotazioni e abbonamenti: 393.8170201; 340.6436415; www.theemptyspace.eu; www.facebook.com/theemptyspace0913?fref=ts

*per The Empty Space

Brevi note biografiche

Francesco Sallustio, dirigente d'azienda prestato allo spettacolo, si occupa di comunicazione per una grande multinazionale, ma questo non gli impedisce di avventurarsi in altri territori. Ha preso parte come musicista a diversi progetti basati sulla musica brasiliana e sulla canzone italiana d'autore, ed è stato inoltre autore e traduttore di libri di bridge. Con "George Gershwin, una storia americana" si è cimentato per la prima volta nel genere del racconto a teatro.

Giulia Barozzi, cantante e insegnante di musica, è attiva da diversi anni nei circuiti locali e nazionali. Modenese, già allieva di Lorena Fontana e Graziana Borciani, ha collaborato con artisti come Mario Lavezzi, Irene Fornaciari, Mark Harris e altri all'interno di vari progetti, incentrati sul jazz e sulla canzone italiana. Ha preso parte a numerosi allestimenti teatrali, interpretando ruoli di primo piano nei musical «Rent», «Jesus Christ Superstar», «Hair» e «Mamma mia». Parallelamente all'attività di cantante, si dedica dal 2006 anche all'insegnamento della tecnica vocale: in questo ambito ha perfezionato i propri studi con Loretta Martinez e Albert Hera.

Orazio Saracino, pianista e compositore pugliese, è diplomato con lode al Conservatorio di Bari e ha proseguito gli studi nell'ambito del jazz. Già allievo di Valfrido Ferrari, Mirko Signorile e Federico Biscione, ha approfondito sotto la guida di Giovanni Venosta le tecniche di commento sonoro alle immagini, realizzando le musiche per alcuni cortometraggi indipendenti. Si esibisce sia in qualità di solista sia come componente di formazioni che vanno dal duo alla big band, spaziando dalla musica classica al jazz e alla musica leggera. Finalista e vincitore di diversi concorsi nazionali, sia come esecutore sia come paroliere, sta lavorando al suo primo album da solista.