Il SudEst

Saturday
Oct 31st
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

“Maledizione Sardegna” o solo poco rispetto delle norme anti Covid-19?

Email Stampa PDF

di BARBARA MESSINA

La notizia del contagio arriva il 2 settembre, dopo rumors che si rincorrevano da giorni. La data probabile del contagio, invece, potrebbe essere quella del 19 agosto, almeno così si apprende dai fedelissimi del Presidente Berlusconi.

Nel giorno del ricovero di Flavio Briatore, il 25 agosto, lo stesso Cavaliere s'era sottoposto al tampone, dopo l'incontro tra i due in Sardegna, il 12 agosto il test che aveva dato esito negativo. Da ambienti azzurri si è inoltre saputo che sin dall'inizio della pandemia, il Presidente FI, con cadenza settimanale, ha controllato il suo stato di salute. E allora? Quando e come si è ammalato? Una data possibile sembra quella del 19 agosto quando, si legge sulle pagine di  Repubblica, dopo i tamponi positivi della figlia Barbara, del figlio Luigi e di qualche nipote si è reso conto di essere "circondato da familiari positivi al Covid-19".  E’ così che l’ex Presidente del Consiglio abbandona la Sardegna e si rifugia ad Arcore, dove le misure di sicurezza imposte dalla primogenita Marina per andarlo a trovare sono strettissimi,  gli appuntamenti concessi, rarissimi, erano sempre subordinati all'esibizione di un certificato che attestasse la negatività dell’ospite al tampone. Il problema è nato pertanto in Sardegna dove il protocollo strettissimo adottato da inizio pandemia non regge all’impatto dell’ondata di Covid-19 che si abbatte su Villa Certosa come una maledizione.

Rientrato ad Arcore, in quella brianza che da sempre è casa, Berlusconi si isola totalmente, teme il contagio, teme l’arrivo di quei sintomi che hanno colpito molte persone a lui vicino. Sintomi che non arrivano. Dopo due tamponi negativi, consecutivi, per l’ex presidente del Consiglio sembra passato il pericolo. E’ così che prima del rientro definitivo dalle ferie  torna in Francia, dalla figlia maggiore, per qualche giorno e poi, ad inizio settimana, ancora in Italia, dove l’aspetta l’ulteriore controllo precauzionale, delle note ufficiali, controllo a cui non da granché peso, prima della doccia fredda di mercoledì.

Silvio Berlusconi, si scopre positivo al Covid-19 come i figli, Luigi e Barbara, anch’essi  positivi al coronavirus. L’ex cavaliere è “asintomatico, in isolamento a domicilio”, fa sapere  il Prof. Alberto Zangrillo,  suo medico personale. Il tampone, fa sapere  il Primario di Anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele, gli è stato effettuato dopo il recente soggiorno in Sardegna. Tampone resosi indispensabile dopo che molti amici che l’ex presidente del Consiglio, erano risultati positivi, fra i tanti anche l’imprenditore Flavio Briatore, anche lui risultato positivo la scorsa settimana e ricoverato per alcuni giorni al San Raffaele.

Una nota ufficiale del San Raffaele, fa sapere che tutti coloro che sono venuti a contatto con il Presidente, dai familiari, all’assistente personale fino ai più stretti collaboratori (a cominciare da quelli che sono presenza fissa a Villa San Martino), sono stati sottoposti anche loro al test, come previsto dalle prescrizioni sanitarie legate all’emergenza. A quanto si sa dalle note ufficiali gli unici risultati positivi sono i figli Luigi e Barbara, quest’ultima con  sintomi durati un paio di giorni.

Fonti di Forza Italia assicurano “Il Presidente continua a lavorare nella sua residenza di Arcore”, dove trascorrerà il previsto periodo di isolamento come previsto dalle norme  “continuando in ogni caso a sostenere i candidati di Forza Italia e del centro-destra alle elezioni regionali ed amministrative”. Previsioni rispettate, nella serata di mercoledì, infatti, poche ore dopo l’ufficialità della sua positività, è proprio Berlusconi stesso che intervenendo a un evento del partito, l’ex ha assicurato che sarà presente in campagna elettorale “secondo le limitazioni imposte” dalla positività: “Purtroppo mi è successo anche questo ma continuo la battaglia”.

Già nell’occasione della positività di Flavio Briatore l’entourage dell'ex Cavaliere aveva spiegato che l’ex premier si era sottoposto al tampone per escludere il contagio. Quel giorno rientrò ad Arcore come da programma e riprese il lavoro per la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali. Un nuovo test è stato effettuato solo “in via precauzionale” nelle scorse ore e questa volta ha dato esito positivo.

Tra i primi ad augurare al parlamentare europeo è stato Nicola Zingaretti, che gli ha augurato una “pronta guarigione a nome di tutta la comunità dei democratici”,  “combatterà con forza anche questa battaglia. A presto”, ha scritto su twitter il segretario del Pd. “Un affettuoso abbraccio a Silvio Berlusconi con l’augurio di tornare presto in campo. Forza Presidente”, sono stati gli auguri del leader di Italia Viva Matteo Renzi.

Auguri di pronta guarigione che si aggiungono a quelli  dei gruppi di Fi alla Camera e al Senato, e dei leader dei partiti della coalizione di centrodestra hanno augurato al fondatore di Forza Italia di riprendersi quanto prima. “Auguri di pronta guarigione e un abbraccio virtuale all’amico Silvio Berlusconi” ha pubblicato Matteo Salvini, mentre Giorgia Meloni, a nome di tutta Fratelli d’Italia, lo definisce “un leone”, “lo ha dimostrato tante volte: siamo certi che supererà brillantemente anche questo”.

La maledizione dell’estate in Costa smeralda, dunque, non perdona, neanche chi si credeva ormai in salvo in “continente”. Silvio Berlusconi è solo l’ultimo nome importante colpito dal contagio da Sars-Cov-2 quando già si riteneva sfuggito ai “venti sardi”, come li ha battezzati Flavio Briatore. Dopo la grande fuga da Porto Cervo e dintorni e mentre è sempre più serrata la caccia agli avventori di Billionaire, Phi Beach e Sottovento, soprattutto di quelli che hanno lasciando all’ingresso nomi e recapiti falsi, l’onda lunga del Covid Smeraldo, colpisce democraticamente tutti, ricchi e poveri. Colpisce sia quelli sbarcati a Civitavecchia dai traghetti stracolmi dove tanti sono saliti con la febbre, come denunciato dall’assessore alla sanità del Lazio, e colpisce quelli scappati con l’aereo privato, come Briatore e Berlusconi.

Quelli a far notizia sono i nomi famosi,  quasi tutti giovani e asintomatici, come Aida Yespica, Antonella Mosetti o il parrucchiere dei vip Federico Fashion Style. L’ ex tronista Nilufar Addati e quattro ex corteggiatori della trasmissione Uomini e Donne. È positivo e asintomatico Sinisa Mihajlovic, mister anche della partita di calcetto con Briatore. Sono positivi dieci calciatori di Serie A,  fra cui Kevin Bonifazi, Andrea Petagna, Miralem Pjanic e Antonio Mirante. È positivo e senza sintomi anche il pugile Daniele Scardina.

Quello che emerge è un quadro complesso, da cui si evince che il virus circola e non bisogna abbassare la guardia, nell’attesa del agnato vaccino.