Il SudEst

Monday
Jul 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

La Plenaria: il risultato dell’incapacità politica

La Plenaria: il risultato dell’incapacità politica

di LUIGINA FAVALE

Dopo quasi 45 giorni d'attesa angosciante l'adunanza plenaria ha deciso per il NO all'immissione in Gae dei diplomati magistrale ante 2002.

 

Leggi tutto...
 

Il rientro di Vittorio Emanuele III e la pericolosa cultura dell’oblio

Il rientro di Vittorio Emanuele III e la pericolosa cultura dell’oblio

di MICHELE PETTINATO

Chissà se ci sarà mai un momento in cui la storia diventerà finalmente quella “maestra di vita” di cui parlava Cicerone.

 

Leggi tutto...

"Forum" Mobilità & Sviluppo Cosenza – Teatro “A Rendano”

di SILVIO RUBENS VIVONE

Con una qualificata partecipazione si è tenuto a Cosenza, nell’accogliente Sala Quintieri del Teatro “A. Rendano”, l’atteso forum Mobilità & SviluppoCriticità, evoluzioni e prospettive di miglioramento nei settori dell’agroalimentare d’eccellenza, del turismo ed industria culturale calabresi, indetto dal Coordinamento Calabria del centro studi del pensiero liberale.

Leggi tutto...

Esito negativo Adunanza plenaria? O risoluzione politica o emergenza sociale!

di VALERIA BRUCCOLA

Dal 15 novembre al 20 dicembre, migliaia di docenti della scuola primaria e dell'infanzia hanno vissuto con il fiato sospeso in attesa che uscisse da un momento all'altro l'esito di un'udienza che al Consiglio di Stato avrebbe dovuto decidere sulla controversa materia che li riguarda, tutti diplomati magistrali entro il 2002, anno entro il quale, per accedere all'insegnamento ai predetti ordini di scuola, era l'unico titolo di accesso. La validità del titolo non è mai stata messa in discussione, nei fatti, perché questi docenti hanno insegnato nella scuola, assunti dal MIUR, nel lungo arco di anni dal 2002 ad oggi, ma da precari, sfruttati da precari, utili solo a ricoprire incarichi a tempo determinato e questo in barba all'abilitazione posseduta e al fatto che, per decreto, il titolo fosse abilitante solo ed esclusivamente per le scuole paritarie, che ricordiamolo, sono pari alle scuole statali. Nel pubblico precari, nel privato  potenzialmente stabilizzabili, in attesa che qualcuno si dimenticasse di questa vergognosa situazione, quella di sfruttamento reiterato per anni. Nel 2009, quando si decise di porre mano alla formazione iniziale dei docenti, è iniziato il calvario di questi precari dell'Amministrazione Pubblica, qual è anche il MIUR, il loro datore di lavoro.

Leggi tutto...

"I luoghi del sapere libertario"

Redazionale

Un  percorso   di  valorizzazione  della   memoria  condivisa

Reggio Emilia  –  Biblioteca Panizzi  –  Archivio Famiglia Berneri - Aurelio Chessa

Leggi tutto...
Pagina 24 di 25