Il SudEst

Tuesday
Feb 19th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

La problematica dei rapporti tra “mondo militare” e “mondo della Chiesa”

La problematica dei rapporti tra “mondo militare” e “mondo della Chiesa”

di FALCO ACCAME*

Il giuramento di personale militare, secondo quanto scritto da Antonino Arconte nel libro 'L'ultima missione di G-71' venne officiato dal cappellano militare, Don Alceo Battazzi (vedi allegato). In merito al giuramento, si legge nel libro ‘L’ultima missione di G-71’ Mursia editore 2013: ‘Antonio (…) ci congedò raccomandandoci di essere puntuali per il giuramento: domattina alle ore 9.00 davanti all’altare della Patria, in piazza Venezia… fummo puntuali. C’era la IXe la X Decuria al completo: venti gladiatori… tutti in borghese. Presumo tutti ‘congedati’ come me, ma nessuno lo disse e io nemmeno.’
“Sull’Altare della Patria la cerimonia fu breve” e ciò che ricordo di più fu quella colonna vicino a me, durante l’orazione di Don Alceo, il nostro cappellano, piena di scritti. Naturalmente la domanda è: questo giuramento avvenne davvero? L’ordinariato militare ne fu informato? Arconte con i termini IX e X Decuria intende due decurie componenti della centuria che, secondo Arconte era denominata Lupi (secondo Arconte la ‘Gladio’ delle centurie comprendeva le centurie: aquile, lupi e colombe). Naturalmente Arconte può meglio chiarire in che termini era il giuramento e a chi il giuramento era rivolto (se diverso da quanto previsto dalla Costituzione). Purtroppo su questa tematica Arconte non credo sia stato interrogato nelle sedi processuali e delle Commissioni d’Inchiesta sul caso Moro, ma certamente potrà fornire tutte le precisazioni del caso. Questo è un punto su cui mondo militare e mondo della Chiesa vengono a intersecarsi. Ma vi sono anche altre problematiche su cui torneremo in seguito, problematiche nelle quali si ha una intersezione tra il mondo del militare e il mondo della Chiesa.

Leggi tutto...
 

Gli schiavi dei campi di pomodoro

di MARIA DEL ROSSO

Numerosi migranti e italiani muoiono sempre più nei campi di pomodoro nelle terre di Puglia.  Molti migranti giungono sulle nostre coste in cerca di dignità e di speranza, lontani dalle guerre, dal dolore e dalla miseria ma spesso  trovano solo sfruttamento, emarginazione, disperazione e uno Stato sempre piu’ razzista e indifferente.

Leggi tutto...

Italiani brava gente

Italiani brava gente

di NICO CATALANO

80mila i nostri connazionali in viaggio per praticare turismo sessuale con minori

Leggi tutto...

Lettere al Direttore/ Dove è la diversità dei nuovi governanti?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Caro direttore, credo che siamo tutti d’accordo sul fatto che un parlamentare debba avere alcuni requisiti minimi per poter svolgere bene la propria attività; tali requisiti dovrebbero essere, a mio parere, la democraticità, il rispetto nei confronti delle altre persone o delle altre razze, l’onestà e un grado medio di cultura. Negli scorsi decenni è stata messa, giustamente, in discussione l’onestà di parecchi parlamentari perché molti sono gli scandali che sono emersi; ma la maggior parte dei parlamentari del passato non poteva essere accusata di essere poco democratica, poco rispettosa, razzista o poco acculturata. Col nuovo Parlamento, invece, l’Italia repubblicana ha scoperto che per la prima volta molti deputati e senatori disprezzano la democrazia e gli extracomunitari e hanno una scarsa cultura. I leghisti, che sono stati portati al governo dai cinque stelle pur avendo la meritata nomea di essere razzisti oltre che di aver fatto sparire parecchi soldi dalle loro casse, dimostrano ogni giorno la loro avversione nei confronti della democrazia e contestano i diritti degli immigrati. Ma l’elemento veramente nuovo è l’ignoranza che caratterizza molti deputati e senatori, specialmente gli appartenenti ai Cinque Stelle; alcuni parlamentari che occupano posti di prestigio (come la vice-presidente del Senato Paola Taverna e la sottosegretaria Laura Castelli) stanno dimostrando una preoccupante incapacità di svolgere bene i propri compiti o di non capire l’inopportunità di mettere continuamente in discussione il ruolo della scienza. Quello che va detto con forza a leghisti e cinque stelle è che serve a poco rivendicare la proprio diversità nei confronti dei governanti del passato se nelle loro file ci sono razzisti, ladri e ignoranti; le caratteristiche deteriori della nuova classe dirigente mettono fortemente in discussione il tanto decantato cambiamento e rendono problematico ipotizzare una reale capacità di governare il nostro Paese.

Leggi tutto...

Processo Glifosato: Monsanto condannata in USA

di NICO CATALANO

La scorsa settimana, un tribunale dello stato della California, ha condannato la Monsanto Company a pagare l’ingente cifra di 290 milioni di dollari a De Wayne Johnson, un ex giardiniere malato terminale di un linfoma non Hodgkin, secondo i magistrati, la malattia sarebbe stata contratta dal De Wayne durante il suo lavoro di manutenzione del verde, a causa dell’utilizzo del principio attivo erbicida Glifosato e la corporation  ritenuta colpevole di non avere segnalato in etichetta la cancerogenicità del pesticida diserbante.

Leggi tutto...
Pagina 7 di 25