Il SudEst

Thursday
Jun 20th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Intervista a ex Collaboratore della CIA, Raúl Capote

Intervista a ex Collaboratore della CIA, Raúl Capote

 

Tradotto da MADDALENA CELANO

"I piani della CIA sul Venezuela sono molto avanzati"

Leggi tutto...
 

A Taranto si continua a morire, nel silenzio della politica

 

di MICHELE PETTINATO

Il totale fallimento della politica si esprime quando essa non pone freno al degrado ambientale che provoca le malattie.

Leggi tutto...

Giuseppe, vittima a otto anni di una società senza futuro

 

di NICO CATALANO

Ci sono delle storie, che un redattore non vorrebbe mai scrivere e un giornale mai pubblicare, episodi così tristi che infondono sconforto misto a tanta rabbia. Domenica scorsa, a Cardito, in provincia di Napoli, un bimbo di sette anni è morto a causa delle percosse subite dal patrigno in seguito ad una lite familiare degenerata in tragedia.

Sullo sfondo la miseria, l’ignoranza, il degrado economico e sociale, in cui versano tanti nostri connazionali che hanno la “sfortuna” di risiedere nelle periferie urbane delle grandi metropoli italiane, luoghi spesso dimenticati, lontani dalle luci della movida e dei negozi alla moda del centro città.

Una vicenda questa, fotografia di un Paese imbruttito, inaridito, impoverito nei valori, divenuto precario anche nei sentimenti, in cui tutti hanno perso il proprio ruolo, genitori che non fanno i genitori, socializzazione e rapporti di vicinato cancellati dalla frenetica vita odierna, istituzioni sistematicamente assenti, agenzie educative distratte e i servizi sociali poco incisivi.

Secondo le ricostruzioni sull’accaduto, effettuate dalla Squadra Mobile delle Questura di Napoli, a causare la morte del bambino sarebbero state le botte sferrate addirittura con una mazza, da parte di Tony Essobti Badre, il convivente della mamma. Sembrerebbe che l’uomo, nel pomeriggio di domenica, avrebbe picchiato a sangue prima la stessa compagna e dopo il piccolo assieme a sua sorella, mentre fortunatamente la sorellina più piccola dei due, una bimba di appena quattro anni, è rimasta illesa dall’impeto omicida dello stesso Essobti Badre.

Leggi tutto...

Federico nel cuore

Federico nel cuore

 

di SARA LAURICELLA

Nostra intervista ad Antonella Penati

Leggi tutto...

L’Arte e il Paesaggio. Le belle contrade

 

 

 

di SILVIO RUBENS VIVONE*

Martedì 18 dicembre 2018, alle ore 16.30, a Cosenza, presso la Galleria Nazionale di Cosenza, Salone “Giorgio Leone”, sarà presentato il volume di Giorgio Ceraudo dal titolo L’ARTE E IL PAESAGGIO Le belle contrade (Rubbettino  Editore).

Leggi tutto...
Pagina 7 di 24