Il SudEst

Saturday
Sep 23rd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

Mola di Bari: Ora che la frittata è fatta

Mola di Bari:  Ora che la frittata è fatta

di VITTORIO FARELLA

Ora che, con l’arrivo del commissario prefettizio, le luci si sono spente sul palcoscenico della democrazia politica locale e si schiude un non breve periodo monocratico di governo cittadino, in assenza di delegati  popolari; ora che l’assurdo appena consumato cede il passo ad una inverosimile ed inimmaginabile realtà; ora che lo stordimento subito comincia ad allentarsi per lasciar spazio ad un minimo di serenità e riflessione; ora che l’odio consumato, con tutto il suo carico di irragionevolezza e insensatezza, ha raggiunto il suo turpe scopo, solo ora, forse, possiamo cominciare a tracciare un primo bilancio di quanto accaduto e delle occasioni sfumate sull’altare di risentimenti e, magari, vendette personali, antitesi per eccellenza della politica.

Leggi tutto...
 

Firme 15212 – Dove sono finiti i bambini ?

di ELISABETTA DI LERNIA

10.000 bambini emigrati in Europa sono scomparsi nel nulla

Leggi tutto...

Lo Stato contro lo Stato: nostra intervista al Consigliere Regionale Cristian Casilli

Lo Stato contro lo Stato: nostra intervista al Consigliere Regionale Cristian Casilli

di LUIGINA FAVALE

Nella giornata di martedì 28 Marzo il presidio dei cittadini salentini affiancati dalle autorità politiche e amministrative dei comuni del leccese,

Leggi tutto...

Sindaci contro l’impianto Tap

di NICO CATALANO

Lunedì scorso in seguito all’ultimo benestare ottenuto dal Ministero dell’Ambiente, in Salento le ruspe hanno iniziato le operazioni per l’espianto temporaneo e la messa a dimora in un altro sito sino alla fine dei lavori dei primi 33 sui 221 ulivi secolari, esistenti nell’area dove sorgerà il micro tunnel del Gasdotto Trans-Adriatico meglio conosciuto con l'acronimo TAP dall’Inglese Trans-Adriatic Pipeline.

Leggi tutto...

Prostituzione minorile a Bari, l’assenza delle Istituzioni

di NICO CATALANO

Da qualche anno anche a Bari, si parla dell’esistenza due città, della contrapposizione sempre più evidente tra inclusi ed esclusi di questa società, tra le luccicanti vetrine dei lussuosi negozi del centro e le periferie, luoghi in cui le politiche di accesso ai saperi sono carenti, il welfare e l’integrazione sociale inefficienti, ogni tipo di servizio pubblico scarso o inesistente.

Leggi tutto...
Pagina 7 di 17