Il SudEst

Tuesday
Sep 26th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura

Cultura

L'Enigma di Porsenna, re di Chiusi

L'Enigma di Porsenna, re di Chiusi

di MARIA PACE

I cambiamenti epocali non sono mai indolori e sono accompagnati spesso da confusione, incertezze e perfino equivoci ed a volte anche da qualche enigma. L'opinione dei vincitori, infine, é sempre quella corretta e, se la vittoria arriva dopo una sconfitta, giustificazioni non mancano mai, né tentativi di manipolazione.

Il passaggio dalla Monarchia alla Repubblica, nella storia dell'Antica Roma, fu un evento di cambiamento epocale: la Monarchia aveva fissato le fondamenta di quella che sarà una delle più grandi potenze del Mediterraneo, ma la Repubblica, agli inizi, faticherà un po' a costruirvi sopra.

Porsenna, Re di Chiusi, città etrusca, sarà il grande enigma di questo cambiamento.

Di questo leggendario Re conosciamo troppo e troppo poco. Non sappiamo nemmeno se era davvero un etrusco: insigni studiosi ipotizzano che le sue origini fossero umbre.

Etrusco oppure umbro, fu proprio a lui che il deposto Tarquinio il Superbo si rivolse per riprendersi il trono, invitandolo a prendere le armi contro Roma.

Cambiamento epocale, abbiamo detto: che anche gli Etruschi stavano tentando fi fare. Fu proprio durante questo delicato periodo della storia di Roma, infatti, che si verificò la massima espansione etrusca verso il sud dell'Italia e il regno di Tarquinio il Superbo rappresentò l'apice dell'egemonia dell'elemento etrusco sul Lazio.

A spese di Latini e Sabini, precedentemente favoriti, invece, dalla politica di Servio Tullio.

Ecco cosa dice in proposito Dionigi:

"... egli (il Superbo) volle rimescolare e distruggere costumi, leggi e tutto l'ordinamento tradizionale con cui i Re precedenti avevano formato lo Stato, trasformando il suo potere in vera e propria tirannide."

Il Superbo non aveva mai nominato Senatori, aveva assunto mercenari etruschi come Guardia personale e soprattutto, aveva dissanguato i suoi cittadini con numerose tasse "una tantum", costringendoli, praticamente, a lavorare gratis ai suoi grandiosi progetti: Circo Massimo, Templi, Fori, ecc... Esistevano, dunque, tutte le premesse per una insurrezione.

Una rivolta sollecitata da un atto di violenza contro una donna... Lucrezia Collatino, hanno cercato di far intendere storici come Dionigi e Livio. La storia, però, ci ha informati che quella fu solamente la miccia che innescò l'incendo, ma che la vera causa era da ricercarsi nell'insofferenza della popolazione nei confronti della dittatura del Superbo.

Leggi tutto...
 

Gli ospiti della XVI edizione del Festival Il Libro Possibile

Gli ospiti della XVI edizione del Festival Il Libro Possibile


Redazionale

L’edizione 2017 del festival Il Libro Possibile porterà a Polignano importanti personaggi del mondo della letteratura, della cultura, della politica, dello spetta...

Leggi tutto...

Arte e cronaca nera : l'omicidio di Maria Boccuzzi e la canzone di Marinella di De André

Arte e cronaca nera : l'omicidio di Maria Boccuzzi e la canzone di Marinella di  De André

di PIERDOMENICO CORTE

L'omicidio di Maria Boccuzzi e la canzone di Marinella di  De André

 

Leggi tutto...

“Cecità” di Josè Saramago: una metafora sull’indifferenza

“Cecità” di Josè Saramago: una metafora sull’indifferenza

di MARIAPIA METALLO

“Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, ciechi che, pur vedendo, non vedono” Cecità di Josè Saramago.

Leggi tutto...

Arriva a Polignano la XVI edizione del festival “Il Libro Possibile”

Arriva a Polignano la XVI edizione del festival “Il Libro Possibile”


di NATALE CASSANO*

La cultura invade le piazze, nel segno de “L’uomo infinito”

Centro storico di Polignano a Mare – 5 - 8 luglio 2017

Leggi tutto...

José Martí e la politica rivoluzionaria latino-americana

José Martí e la politica rivoluzionaria latino-americana


di MADDALENA CELANO

José Martí (Jose Marti Julian Perez, l'Avana, 1853 - Dos Ríos, Cuba, 1895) scrittore e politico cubano,

 

Leggi tutto...

In Aristofane il conflitto tra oligarchici e democratici

In Aristofane il conflitto tra oligarchici e democratici

di MARIAPIA METALLO

“Le persone oneste e intelligenti difficilmente fanno una rivoluzione, perché sono sempre in minoranza”. Aristofane

Leggi tutto...
Pagina 5 di 22