Il SudEst

Tuesday
Sep 26th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura

Cultura

Antica Roma. Sesto Tarquinio e i Papaveri di Gabii

Antica Roma. Sesto Tarquinio  e i  Papaveri di Gabii

di MARIA PACE

La vita di Tarquinio il Superbo e sua moglie Tullia, divenuti i nuovi Signori di Roma contro la volontà del popolo e di buona parte del Senato, non poteva essere né facile né felice.

Innegabili, però, le machiavelliche "virtù" di questo Sovrano, che consentirono a Roma di estendere la propria influenza oltre i confini del Lazio. Si manifestarono in più occasioni. La conquista della strategica roccaforte etrusca di Tuscolo, ad esempio, ottenuta con macchinoso raggiro. La comandava un certo Ottavio Mamilio, che il Superbo si affrettò a dare come marito a sua figlia.

Ecco come avvenne il fatto.

Durante un'assemblea presso il Santuario di Ferentino, il Superbo fu accusato, sul piano morale e personale, da un certo Erodonio. Tarquinio non rispose subito alle accuse, ma rimandò al giorno seguente la difesa.

Durante la notte, però, riuscì a far introdurre sotto la tenda del suo accusatore un certo numero di armi. Poiché era proibito presentarsi armati ad un'assemblea religiosa, il povero Erodonio fu messo a morte per il suo imperdonabile gesto sacrilego mentre il Superbo usciva rafforzato da quel confronto. Così rafforzato, da riuscire ad esercitare sulla Lega Latina un severo controllo ed a ricondurre all'obbedienza città ribelli come Pomezia o Gabii.

Proprio in questa circostanza si manifestò il machiavelllico ingegno che il Superbo aveva trasmesso a Sesto, il figlio maggiore.

Gabii era per Roma un baluardo quasi inespugnabile di una resistenza estrema messa in atto da "dissidenti" latini refrattari agli usi e costumi etruschi così cari al Superbo; in migliaia vi avevano trovato rifugio ed aspettavano l'occasione buona per agire.

L'occasione gliela fornirono proprio il Superbo e suo figlio Sesto.


Leggi tutto...
 

Manuela Sáenz e l’idea di Bolivia: lo scontro con Santander

Manuela Sáenz e l’idea di Bolivia: lo scontro con Santander


di MADDALENA CELANO

La vita della Colonella Sáenz è intrinsecamente legata alla costruzione di una singola nazione in America Latina,

Leggi tutto...

Costruire ponti, non muri. La sfida che ci attende negli anni a venire

Costruire ponti, non muri.  La sfida che ci attende negli anni a venire

di MARIAPIA METALLO

“Questi migranti, non per scelta ma per atroce destino, ci ricordano quanto vulnerabili siano le nostre vite e il nostro benessere. Purtroppo è nell'is...

Leggi tutto...

Il Rapporto di lunga durata tra la classe operaia e gli intellettuali della cultura di sinistra è finita

Il Rapporto di lunga durata tra la classe operaia e gli intellettuali della cultura di sinistra è finita

Tradotto da ANTONIO PAGLIARONE

di Bo Rothstein

A volte gli amori finiscono. La fiamma scompare, la coppia si “allontana” o soffre di quelle che vengono chiamate "differenze...

Leggi tutto...

L'attualità nel libro "l’Abicí della Guerra" di Brecht

L'attualità nel libro

di MARIAPIA METALLO

«Di sangue una spiaggia doveva tingersi/ che non era né dell’uno né dell’altro./ Erano, si dice, costretti a uccidersi./

Lo credo, lo credo. Ma domando:...

Leggi tutto...

"Pizzi, pizzi Trangola ", Prima di Facebook: il romanzo autobiografico di Cosimo “Mimmo” Quaratino


di MADDALENA CELANO

«Pizzi pizzi trangola/ la morte di San Trangola/ San Trangola e Pipì/» è una filastrocca popolare tarantina,  rievocata dall’autore, Cosimo «Mimmo» Qua...

Leggi tutto...

Servo Tullio, VI° Re di Roma.... e lo Schiavetto Dormiente

Servo Tullio,  VI° Re di Roma.... e lo Schiavetto Dormiente

di MARIA PACE

Lo schiavetto dormiente!… Si chiamava Servio Tullio e sarebbe diventato il VI° Re di Roma, ma per il momento era solo un fanciullo addormentato accanto alla ...

Leggi tutto...
Pagina 6 di 22