Il SudEst

Tuesday
Oct 27th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura Cultura

Cultura

Quale futuro per il lavoro culturale in Italia?

Quale futuro per il lavoro culturale in Italia?

di MARIA DEL ROSSO

L’indifferenza nei confronti dei lavoratori dello spettacolo in questi mesi dimostra ancora una volta che la cultura in Italia non è considerata importante ed essenziale per lo sviluppo del nostro Paese.

Recentemente i lavoratori dello spettacolo hanno protestato in Piazza Duomo a Milano, dando vita ad una manifestazione definita “Bauli in piazza” attraverso cui hanno chiesto al governo norme per tutelare il lavoro con sostegni economici e per riprendere in sicurezza gli eventi.

Il lavoro degli artisti, dei teatranti, degli scrittori e dei musicisti hanno accompagnato le giornate in casa di molti italiani durante il lockdown mediante la musica e i libri.

Ed ora più che mai bisognerebbe difendere il lavoro dei tanti uomini e donne che hanno dato lustro al nostro Paese mediante la propria arte e da febbraio non stanno lavorando a causa della pandemia.

Molti hanno annullato concerti ed eventi, sperando in un possibile tour invernale ma è giunta la seconda ondata di contagi e hanno dovuto sospendere nuovamente gli eventi.

Il Governo deve tutelare anche con bonus gli operatori culturali che stanno soffrendo in modo particolare il periodo storico nel quale viviamo.

Gli artisti privati del proprio lavoro e di conseguenza in mancanza di   un guadagno necessitano di una politica che possa sostenere le famiglie dei lavoratori dello spettacolo affinché non siano lasciate sole in un momento difficile provocato dalla quarantena e dalla chiusura dei teatri e dei luoghi ricreativi.

Il settore culturale già da molti anni è considerato superfluo e non fondamentale  per il nostro Paese, eppure i nostri artisti costituiscono  un bene prezioso e di vanto nel mondo, segno della nostra cultura e tradizione.

L’ arte ci insegna a superare i momenti difficili mediante le poesie, la buona musica, la danza,  la pittura, gli spettacoli teatrali e ci dona la speranza per guardare oltre l’ orizzonte, oltre le cose e saper cercare quella luce autentica essenziale per vivere.

E come afferma Pablo Picasso :“L’ arte scuote dall’ anima la polvere accumulata nella vita di tutti  i giorni”.

©Riproduzione riservata

La foto è del web.

 

Leggi tutto...
 

Donne e cultura cyborg, alcune riflessioni

Donne e cultura cyborg, alcune riflessioni

di ANNA CAPRIATI

Una nuova epistemologia cibernetica di matrice decostruttivista à la Derrida, unita alla genealogia della morale femminista, quella della Haraway per usci...

Leggi tutto...

La Donna nella Società Romana

La Donna nella Società Romana

di MARIA PACE

All’interno di una società fortemente maschilista, la donna romana viveva in assoluta condizione di inferiorità rispetto all’uomo, da cui finiva sempre per d...

Leggi tutto...

Matteotti nella memoria cantata

Matteotti nella memoria cantata

di ANTONIO LODO

Un lavoro di Enzo Bellettato per la Minelliana

Leggi tutto...

Antica Roma: l’organizzazione dello Stato

Antica Roma: l’organizzazione dello Stato

di MARIA PACE

Leggi tutto...

Premio Nobel

Premio Nobel

di SARA D'ANGELO

La letteratura ha un appuntamento annuale atteso da tutto il mondo.

Leggi tutto...

Vintage Editore: La passione per i libri e per le storie di una volta

Vintage Editore: La passione per i libri e per le storie di una volta

Redazionale

E’ nata nel 2020 e in neanche un anno può vantare sei pubblicazioni di libri inediti e addirittura mai tradotti prima in italiano. La Vintage Editore , casa edit...

Leggi tutto...
Pagina 1 di 35