Ragazzi di vita (Pier Paolo Pasolini)

Stampa

di MARIAPIA METALLO

Il fiume è il punto di ritrovo dei personaggi, metafora dello scorrere del tempo: come la vita così il fiume scorre verso un'unica direzione in un rinnovarsi del sempre uguale: queste vite hanno tutte un destino simile, quelle che seguiranno avranno la stessa sorte, è come un incantesimo che ha intrappolato i destini di chi si specchia o si bagna nelle sue acque.

 

L'acqua ha un ruolo centrale, fa parte di una sorta di rito iniziatico: si attraversa il fiume per dimostrare di essere grandi, di essere pronti….Non possiamo certo pensare che quella raccontata da Pasolini sia una realtà riscontrabile esclusivamente negli anni in cui scriveva, basta andare un po' nelle periferie delle nostre città per accorgersi come tutto sia attuale… e l'indifferenza, anzi l'assenza dello Stato che dovrebbe assistere, allora come adesso, è più attuale che mai, a parte quando 'tutela l'ordine'. …