Il SudEst

Friday
Aug 23rd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cultura Cultura Grande successo e partecipazione di pubblico agli eventi in ricordo del compositore lucchese nell’anniversario della morte

Grande successo e partecipazione di pubblico agli eventi in ricordo del compositore lucchese nell’anniversario della morte

Email Stampa PDF

 

di FRANCESCA SARGENTI*

La ricollocazione della targa commemorativa del compositore lucchese, in Via della Dogana 9, di fronte all’Albergo San Martino, è stato il momento più significativo della 5^ edizione dell’Omaggio a Luigi Boccherini, manifestazione di commemorazione nel giorno dell’anniversario della morte.

La targa era stata qui collocata nella seconda metà dell'Ottocento, su iniziativa della Società del Quartetto, nata a Lucca nel 1862, per indicare il luogo dove "Dimorò Luigi Boccherini Lucchese inventore del quartetto strumentale" e vi trascorse alcuni anni della propria vita.

“Ricostruire i luoghi della musica è necessario per rendere omaggio a una città che ha offerto al mondo grandi musicisti – ha dichiarato il sindaco Alessandro Tambellini -. C'è bisogno di un itinerario musicale per dare ai giovani maggior conoscenza e consapevolezza di ciò che è stata la nostra città”.

“Proprio agli inizi del Novecento – commenta Gabriella Biagi Ravenni presidente del Centro studi Giacomo Puccini - quando la città riempiva di onoranze Carlo Angeloni, l'altro grande maestro lucchese Giacomo Puccini scriveva in una lettera alla sorella Ramelde “... e pensare che Boccherini non ha che una lapide sul muro d'un casino!”  La lapide era infatti su un edificio che ospitava una casa di tolleranza”.

In occasione delle celebrazioni per commemorare nel giorno dell’anniversario della sua morte il compositore lucchese Luigi Boccherini, che si si spense a Madrid il 28 maggio 1805, è stato organizzato un ricco e variegato programma di eventi, che sono iniziati alle ore 11:00 nella Chiesa di San Francesco davanti alla tomba del compositore con l’esecuzione musicale del componimento Quartetto per archi G164 da parte degli studenti dell’ISSM «Luigi Boccherini», per proseguire con la ricollocazione della targa commmerativa, e la presentazione del volume Le Sinfonie di Luigi Boccherini. Contesti, fonti, analisi, curato da Marco Mangani, Germán Labrador e Matteo Giuggioli per il Centro studi Luigi Boccherini, Ed. Olschki da parte di due studiosi di eccezione: Gabriella Biagi Ravenni e Guido Salvetti. Il volume, che raccoglie saggi di studiosi di tutto il mondo, si articola in tre sezioni: contesti, fonti, analisi, che corrispondono a livelli d’indagine fondamentali per la ricostruzione e per l’approfondimento storiografico sulle sinfonie di Boccherini.

La giornata boccheriniana si è conclusa con un tutto esaurito al bellissimo concerto nella Chiesa di Santa Caterina con musiche di Boccherini e Mendelssohn eseguite dal violinista Paolo Ardinghi, dalla violoncellista Elida Pali e dal pianista Federico Rovini con l’esecuzione, realizzato in collaborazione con l’ISSM «Luigi Boccherini».

La manifestazione rientra nel calendario della rassegna Il Settecento musicale a Lucca e si realizza grazie ai contributi del Comune di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, e con la collaborazione dell’Istituto Musicale Luigi Boccherini, la Fondazione Giacomo Puccini, il Centro Studi Giacomo Puccini.

*Ufficio Stampa