Il SudEst

Tuesday
Jan 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta

181 corpi non identificati a Malatya

181 corpi non identificati a Malatya

 


ANF

10 corpi di persone che hanno perso l loro vita negli scontri sono tenuti all’Istituto di medicina forense di Malatya. 171 corpi sono stati seppelliti nei cimiteri della città. Ci sono i totale 181 senza nome nei cimiteri della città.

Ci sono un totale di 181 corpi che sono stati seppelliti nel cimitero dei senza nome a Malatya dopo essere stati tenuti all’Istituto di medicina forense, che è uno dei centri dove sono stati portati i corpi delle persone che hanno perso la vita negli scontri in Kurdistan. Ci sono 10 corpi all’Istituto di medicina forense che hanno perso completamente l’integrità fisica, che attendono l’identificazione da parte delle loro famiglie.

71 corpi sono stati seppelliti nel cimitero Asri e 100 nel cimitero dei senza nome, mentre continuano i test del DNA par la loro identificazione. I corpi portati a Malatya appartengono a persone che hanno perso la vita negli scontri nelle zone rurali di Dersim, Bingol, Malatya, Sivas, Elazig, Mus, Adiyaman e Maras. Queste persone hanno perso la loro vita prevalentemente nei bombardamenti degli aerei da guerra e di aerei da combattimento senza equipaggio (UCAV), e hanno perso in gran parte la loro integrità fisica.

Le famiglie dato un momento difficile

Leggi tutto...
 

Brasile: imbrattao uno egli omaggi a Marielle Franco

Brasile: imbrattao uno egli omaggi a Marielle Franco

 


Rete Solidarietà Rivoluzione Boliviana

Esempi del "nuovo" #Brasile: uno degli omaggi fatti a Marielle Franco è stato imbrattato da sostenitori del presidente neo-eletto, il "mito" "il capitano" Bolsonaro, come lo chiama l'esercito di esaltati che lo segue ...

Leggi tutto...

Situazione geopolitica nel Mediterraneo e Medio Oriente al 16-11-2018

Situazione geopolitica nel Mediterraneo e Medio Oriente al 16-11-2018

 


di STEFANO ORSI

Approfondimenti oltre i confini della Siria ma su tutto il Mediterraneo

Leggi tutto...

La Chiesa Universale e i suoi “gladiatori” agli ordini di Bolsonaro

 La Chiesa Universale e i suoi “gladiatori” agli ordini di Bolsonaro

 


Rete Solidarietà Rivoluzione Boliviana

 

Brasile La evangelica "Chiesa Universale", che ha avuto un ruolo centrale nel trionfo di Bolsonaro, ha formato per anni gruppi di adolescenti maschi per "fare il lavoro di Dio e annullare le opere del male". Proselitismo fatto principalmente nelle zone disagiate per portare a destra giovani e famiglie storicamante bacino elettorale della sinistra.

Leggi tutto...

Elezioni Usa del Midtern

 


di MICHELE PETTINATO

Ai Democratici la camera, il Senato resta ai Repubblicani

Leggi tutto...

Situazione militare sui fronti siriani al 9-11-2018

 


di STEFANO ORSI

Le nuove informazioni

Leggi tutto...

Il convitato di pietra al tavolo Italia-Russia

 


Comitato No Guerra No Nato

Necessaria per individuare soluzioni alle principali crisi regionali»: lo ha dichiarato il premier Conte alla conferenza stampa congiunta al termine dell’incontro col presidente Putin, il 24 ottobre a Mosca.

Leggi tutto...

Cesare Battisti: “Il nuovo Presidente brasiliano non può estradarmi in Italia”

 


di MICHELE PETTINATO

E’ una storia senza fine quella che vede coinvolto Cesare Battisti.

Leggi tutto...

Situazione militare sui fronti siriani al 2-11-2018

 


di STEFANO ORSI

Riprendiamo le nostre osservazioni sul panorama siriano ed iniziamo ad allargare lo sguardo verso altre aree del mediterraneo in vista dei futuri appuntamenti e sviluppi.

Leggi tutto...
Pagina 4 di 36