Il SudEst

Tuesday
Jun 25th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta

Il movimento organico del femminismo comunitario in America Latina

Il  movimento organico del femminismo comunitario in America Latina

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Gli indigeni e le donne dell’America Meridionale hanno reagito all’egemonia dei paradigmi eurocentrici recuperando la trasmissione della conoscenza a livello comunitario, riconquistando il piacere di una ricerca di saperi autoctoni e ancestrali in cui la donna è percepita come prima autorità nell’ organizzazione comunitaria. Il comunitarismo del “Buen Vivir ” oggi è la proposta politica dei governi degli Stati Plurinazionali della Bolivia e dell’Ecuador. “Il Sumak Kawsay”, tradotto approssimativamente in lingua castigliana come “Buen Vivir ” (Buon Vivere) rappresenta quel vecchio paradigma dei Popoli Originari:

Leggi tutto...
 

Turchia: protesta in difesa della libertà di stampa

Turchia: protesta in difesa della libertà di stampa

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Duro colpo alla libertà di stampa in Europa: Eutelsat vuole chiudere altre TV curde per ordine di Erdogan

Leggi tutto...

Elezioni in Francia: Tra Le Pen e Macron vincono gli insulti

Elezioni in Francia: Tra Le Pen e Macron vincono gli insulti

di MICHELE PETTINATO

A pochi giorni dal ballottaggio delle presidenziali francesi nel dibattito andato in scena tra il centrista Emmanuel Macron

 

Leggi tutto...

Sedici lunghi autunni. Frammenti

Sedici lunghi autunni. Frammenti

di GAETANO COLANTUONO*

1. Ritorna in Italia la riunione dei 7 o 8 stati, a seconda delle fasi delle relazioni con la Russia, che si sono conferiti il mandato di programmare le sorti del resto delle nazioni, costituendosi come elite al di sopra e al di fuori di altri organismi sopranazionali a ciò preposti. Al di là di occasionali tensioni interne, li unificano il comune modo di produzione capitalistico, la scelta per un modello sociale neoliberista e la loro conseguente collocazione geopolitica, a mala pena scalfita dalla fine della guerra fredda.

Leggi tutto...

Macron e l’identità perduta del riformismo europeo

di MICHELE PETTINATO

Quale identità per la sinistra europea alla luce dei risultati del primo turno delle presidenziali francesi?

 

Leggi tutto...

Siria: La terribile strage della vigilia di Pasqua

Siria: La terribile strage della vigilia di Pasqua

di STEFANO ORSI

Proseguiamo con le nostre Sitrep, attraverso le quali esaminiamo la situazione della guerra in Siria, situazione che lungi dal semplificarsi, tende invece alla complicazione dato l'ambiguo incedere della politica statunitense.

Leggi tutto...

Dopo le elezioni in Turchia

Comitato per la Democrazia Costituzionale

I risultati elettorali in Turchia sono di una gravità inaudita. Vi proponiamo qui il testo di un appello di cui i comitati si  fanno promotori

Leggi tutto...

Italia e Unione Europea non riconoscano legittimità referendum

Italia e Unione Europea non riconoscano legittimità referendum

Intervento di Maurizio Acerbo

La vittoria di Erdogan è una farsa antidemocratica

Leggi tutto...

Machi Francisca Linconao : un anno di montature!

Machi Francisca Linconao : un anno di montature!

Tradotto da MADDALENA CELANO

Machi Francisca Linconao è una leader spirituale del popolo Mapuche, un popolo da anni estremamente perseguitato sia in Cile che in Argentina. Arrestata in Cile con banali pretesti e senza valide prove, è vittima di una vera e propria persecuzione giudiziaria. È considerata da parte dello Stato Cileno come un pericolo pubblico e un simbolo per il suo popolo: il popolo Mapuche. Francisca del Carmen Linconao Huircapan, di 60 anni, ha effettuato anche un lungo sciopero della fame lo scorso anno: sia i vari movimenti-sociali che il popolo Mapuche, in Cile, richiedono il rilascio della donna. L’Istituto Nazionale dei Diritti Umani (NHRI) ha espresso preoccupazione per la situazione di Machi. Nel resto del paese si svolgono di continuo cortei e azioni che richiedono contemporaneamente il rilascio di Machi Linconao e la fine delle persecuzioni contro il popolo Mapuche: molte di queste manifestazioni sono state duramente represse dalla polizia delle forze speciali.

Leggi tutto...
Pagina 33 di 43