Il SudEst

Monday
Nov 20th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta Inchiesta Venti di guerra tra Pyongyang e Washington

Venti di guerra tra Pyongyang e Washington

Email Stampa PDF

di MICHELE PETTINATO

E’ sempre più teso il clima tra Pyongyang e Washington, con rapporti riservati, intorno al pericolo di una guerra imminente.

 


L’ex numero uno dell’intelligence americana, James Clapper, in una intervista alla Cnn si è detto preoccupato per lo scoppio di “una possibile guerra mondiale”. Al tempo stesso, ha espresso preoccupazione rispetto all’atteggiamento del presidente americano Donald Trump che – a suo giudizio – rischia di provocare la goccia che farà traboccare il vaso, generando una inevitabile reazione da parte del regime di Kim Jong-Un.

Secondo i media americani, la Corea del Nord potrebbe essere impegnata nella produzione di armi biologiche con le quali colpire truppe nemiche e civili.

La produzione avrebbe luogo in cosiddetti laboratori di ricerca per l’agricoltura. Si parla di un possibile utilizzo del vaiolo ma anche dell’antrace, altro agente che Pyongyang potrebbe usare. Usate in larga scala queste armi possono non solo causare la morte di decine di migliaia di persone, ma anche creare panico paralizzando intere comunità.

Intanto i media statunitensi, hanno sottolineato che l’aviazione militare americana starebbe per diramare un allerta per i bombardieri nucleari B52 affinché siano pronti ad agire, se necessario, anche in 24 ore.

L’iniziativa segue le parole del presidente Trump che ha ricordato la necessità di essere fermi contro il regime di Kim Jong-un. Recentemente, il dittatore nordcoreano aveva definito Trump “un mercante di guerra, strangolatore della pace”.