Il SudEst

Saturday
Jul 20th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta Inchiesta Le Mni della Cia nella mancanza del servizio elettrico in Venezuela

Le Mni della Cia nella mancanza del servizio elettrico in Venezuela

Email Stampa PDF

 


Rete soldarietà boliviana

Un memorandum filtrato da WikiLeaks nel settembre del 2010 pone in evidenza le impronte della CIA nella mancanza del servizio elettrico nazionale del Venezuela.

 

 


L’autore fu Srdja Popovic, membro del noto antro sovversivo Center for Applied Non-Violent Action and Strategies (Canvas), una organizzazione con base a Belgrado (Serbia) che dichiara tra i suoi propositi la «promozione della democrazia», e che addestra attivisti e politici con la direzione della lotta «non violenta» nella ricerca di «cambi di regimi».


Si tratta della stessa organizzazione che ha addestrato Juan Guaidó e che è stata relazionata con l’opposizione venezuelana dal 2006.


Popovic scrive nella sua nota del 2010: «La chiave nelle debolezze attuali di Chávez è il settore elettrico» del Venezuela. E ugualmente segnala che l’impianto idro elettrico Guri era uno degli obiettivi importanti.


Il memorandum identifica il potenziale collasso del settore elettrico venezuelano come «un punto d’inflessione» che «probabilmente avrà l’impatto di galvanizzare un’agitazione pubblica in una forma che nessun gruppo oppositore potrebbe sperare di generare».


Precisa anche che «esiste una grave possibilità che il 70 % della rete elettrica del paese» potrebbe spegnersi e suggerisce che un gruppo oppositore ben addestrato potrebbe servire per destabilizzare l’allora governo di Chávez.


Secondo il giornalista statunitense Max Blumenthal: «Noi portiamo al marzo del 2019 lo scenario descritto da Popovic che si sta presentando quasi esattamente come lo aveva immaginato ».
Guaidó, addestrato da Canvas, sta approfittando le conseguenze dell’interruzione nazionale del servizio elettrico dovuto agli attacchi cibernetici ed elettromagnetici come bandiera politica per chiamare la gente per le strade a suo favore.


Il Venezuela ha perso almeno 875 milioni di dollari negli ultimi quattro giorni come consegunza della mancanza d’elettricità e le perdite sono equivalenti a un punto del Prodotto Interno Lordo (PIL) del paese. ( GM – Granma Int.)



http://it.granma.cu/mundo/2019-03-18/le-impronte-della-cia-nella-mancanza-delettricita-nazionale-in-venezuela