Il SudEst

Tuesday
Oct 20th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Inchiesta Inchiesta Donne di HDP: rovesciamo il governo AKP-MHP

Donne di HDP: rovesciamo il governo AKP-MHP

Email Stampa PDF

 

Rete Kurdistan Italia

La repressione contro HDP ha lo scopo di inviare un messaggio alle donne che non dovrebbero difendersi o combattere, lo ha affermato il Consiglio delle donne di HDP e ha annunciato che continuerà la sua lotta fino alla caduta del governo turco.

Il Consiglio delle donne del Partito democratico dei popoli (HDP) ha espresso le sue opinioni sulla campagna politica di annientamento del governo turco contro l’opposizione. Ayşe Acar Başaran, la portavoce del Consiglio delle donne HDP è intervenuta alla conferenza stampa presso la sede di HDP ad Ankara e ha affermato quanto segue:

“Cinque giorni fa venti dei nostri colleghi sono stati arrestati a causa delle proteste di Kobanê di sei anni fa. Otto degli arrestati sono donne. Sono ecologiste, accademiche, femministe, alevite e attiviste del movimento femminile e giovanile curdo, in altre parole donne che rappresentano il pluralismo di HDP.

Sei anni fa Kobanê è stata attaccata dai barbari dell’ISIS. I nostri fratelli e sorelle erano state minacciate da un massacro. Il governo dell’AKP aveva insistito nel guardare. Mentre il governo, che ci ritiene oggi responsabili, aveva aperto le frontiere a ISIS e aveva impedito ogni sostegno a Kobane ignorando il dramma dall’altra parte del confine, l’attuale presidente aveva dichiarato che Kobane stava per cadere.

Ora è in corso un’operazione di vendetta contro HDP perché l’ISIS non è riuscita a prendere Kobanê. HDP denuncia tutti i crimini del governo: la sua politica di guerra, la sua misoginia, la sua politica di profitto e distruzione ambientale. Ma HDP non si accontenta di questo; contemporaneamente crea alternative e costruisce una nuova vita. Il governo si sta vendicando dei successi elettorali di HDP negli ultimi anni.

L’attacco a HDP è anche un attacco alla volontà delle donne. Gli attacchi degli ultimi cinque anni sono diretti contro la solidarietà organizzata tra le donne e la lotta di liberazione delle donne, che stiamo conducendo con grande impegno.

Dall’inizio della campagna politica di annientamento, le donne e le forze democratiche hanno protestato contro di essa. Se ne sentono colpiti e alzano la voce per HDP, che si vuole mettere a tacere.Vedono questa operazione come un attacco alle donne che resistono in Rojava, che difendono la Convenzione di Istanbul contro la violenza contro le donne e per la pari rappresentanza, e che si oppongono all’abolizione del sistema di co-presidenza attraverso gli amministratori.

Questi attacchi hanno lo scopo di trasmettere il messaggio che le donne non dovrebbero resistere e lottare. Come HDP, tuttavia, siamo ancora nelle strade e in parlamento, e le femministe e i curdi continuano la loro lotta ovunque. Abbiamo capito il messaggio, ma continueremo a combattere fino a quando questo governo non sarà rovesciato “.