Il SudEst

Tuesday
May 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Legalità Inaugurazione delle Biblioteche del Giocattolo di Roma e Mazara del Vallo il prossimo 20 gennaio

Inaugurazione delle Biblioteche del Giocattolo di Roma e Mazara del Vallo il prossimo 20 gennaio

Email Stampa PDF

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Le Biblioteche del Giocattolo (o “Toy Libraries”) sono spazi ludico-ricreativi per bambini nella fascia di età 0-8 e per le loro famiglie, luoghi in cui sarà possibile prendere in prestito giocattoli e libri, ma sono anche spazi educativi di incontro intergenerazionale oltre che di condivisione di culture ed esperienze diverse.


L’iniziativa fa parte di TOY for Inclusion, progetto che si avvale della sinergia di realtà internazionali (come la rete REYN, creata su iniziativa della International Step by Step Association, e ICDI, International Child Development) e di una rete di professionisti che promuovono servizi educativi di qualità e buone pratiche per un sano sviluppo della prima infanzia. L’apertura di due nuove strutture sarà possibile grazie alla nostra partnership con due importanti realtà territoriali, il Cubo Libro con sede nel quartiere di Tor Bella Monaca che ospiterà la biblioteca di Roma, e la Casa della Comunità Speranza che sarà invece sede del progetto in Sicilia, a Mazara del Vallo.


L’inaugurazione di questi due spazi rappresenta un passo molto importante nella storia e nello sviluppo di Associazione 21 luglio e di tutte quelle persone che ci seguono e ci incoraggiano con il loro sostengo.


Attraverso i suoi progetti Associazione 21 luglio si pone l’obiettivo di implementare una serie di azioni, non solo di advocacy ma anche di empowerment, nel cuore delle comunità più fragili per sviluppare un reale cambiamento a tutti i livelli. Sempre ponendo al centro i diritti dell’infanzia.


Grazie alle Biblioteche del Giocattolo avremo la possibilità, in collaborazione con i nostri partner, di coinvolgere attivamente le famiglie e le comunità a tutti i livelli – bambini, genitori e nonni – con un progetto di qualità che avrà sicuramente importanti ricadute positive sul territorio.