Il SudEst

Tuesday
May 22nd
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica Politica Una donna

Una donna

Email Stampa PDF

di GIANLUCA CARMOSINO

Una donna è morta nel fiume che scorre a Briançon.

 

Una donna nera, nessun documento, nessun appello alla scomparsa, un corpo senza vita e senza nome, come le migliaia che si trovano sul fondo del Mediterraneo. Questa morte non è una disgrazia inaspettata. È una conseguenza inevitabile della politica di chiusura della frontiera. "Gendarmi, polizia di frontiera, chasseurs alpins, e ora pure quei ridicoli neofascisti di Géneration Idéntitaire, pattugliano i sentieri e le strade a caccia dei migranti di passaggio da questi valichi alpini - scrivono quelli di Chez Jesus/Rifugio autogestito -. Li inseguono sui sentieri e nella neve sulle motoslitte; li attendono in macchina in agguato lungo la strada che porta a Briançon... Molti i casi quest’inverno di persone ferite e finite all’ospedale in seguito alle cadute dovute alle fughe dalla polizia. Quella donna era una delle decine di migranti che ogni giorno tentano di andare in Francia per continuare la propria vita..."

https://comune-info.net/2018/05/una-donna-briancon/

 


Fine modulo