Il SudEst

Sunday
Jun 16th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sociale Sociale La riforma del diritto di famiglia Pillon è una follia senza senso

La riforma del diritto di famiglia Pillon è una follia senza senso

Email Stampa PDF

 

Associaizone Steps



Il ddlPillon è una proposta di legge paternalista il cui vero scopo è quello di ripristinare, con l’intervento autoritario, modelli familiari che non si reggono più sull’adesione spontanea delle persone. La fine degli alimenti, il mantenimento diretto, la bigenitorialità perfetta: il ddl Pillon, sostenuto da Lega e Cinque Stelle, complicherà la vita delle coppie separate. Quasi quasi, meglio stare assieme. Un capitolo della proposta di legge riguarda le sacrosante preferenze del bimbo tra Genitore Uno e Genitore Due. Non potrà averne, soprattutto in fase di separazione. Se punterà i piedi col Genitore Uno per rifiutare il quindicinale trasloco dal Genitore Due che magari sta in un altro quartiere, lontano dai suoi amici, o forse non gli piace tanto perché strilla troppo e ogni tanto alza le mani, si rischia di incappare nella fattispecie dell'articolo 18. Servizi sociali, ordine di protezione, Genitore Uno interdetto, affidamento a casa-famiglia nelle situazioni più gravi. Su questo, davvero, servirebbe un lungo e serissimo discorso perché la legge dà per scontato che se un figlio ha problemi con un genitore la colpa è dell'altro «pur in assenza di specifiche condotte» di ostilità o denigrazione. Chi conosce un po' i bambini sa che si solito i motivi di rifiuto sono concreti, solidi, legati a conflitti di cui gli adulti responsabili dovrebbero farsi carico invece di negarne l'esistenza per riversare ogni colpa sulla malignità dell'ex.

Simone Pillon ha riesumato la proposta di legge n.735 e vuole ripartire dal 10 giugno 2019.