Il SudEst

Thursday
Oct 19th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Sport La Domenica sportiva

La Domenica sportiva

Email Stampa PDF

di NICOLO' AMORUSO

Primo scossone al campionato: il Napoli è primo! Pareggia la Juventus!
Volano le romane, sorride l’Inter


Il Napoli stacca la Juventus ed il campionato entra nel vivo. Come in una corsa ciclistica, siamo all’inizio della salita e il Napoli dà il primo strappo, la Juventus non è in crisi però si attarda ma rimane in scia della capolista. Nella partita delle 12.30, la squadra di Sarri batte il Cagliari e centra la 7 vittoria su 7 partite in campionato. Quest’anno vige dura legge del San Paolo: tre reti e calcio spettacolare. 25 reti segnate e solo 5 subite. Invece, a Bergamo, in una partita scoppiettante e divertente, la Juventus impatta con l’Atalanta in un pareggio con molte reti. Se la Juventus in casa non subisce reti, andamento diverso in trasferta, i bianconeri in tre partite fuori casa hanno già subito 5 reti. In scia delle prime due, ci sono tre squadre: l’Inter e le due romane. L’Inter espugna Benevento, grazie alla doppietta di Brozovic. La Roma vince fuori casa a San Siro, castigando il Milan e riaprendo la crisi rossonera. La Lazio asfalta il Sassuolo con un netto 6 a 1. Dopo la sosta della nazionale, giornata scoppiettante: Juventus – Lazio, Roma – Napoli e il derby di Milano. Ci potrebbero essere ancora scossoni in classifica.

Napoli 3 – Cagliari 0. Nella partita dell’ora di pranzo, il Napoli si mangia il Cagliari in un sol boccone. La squadra azzurra, trascinata dal proprio pubblico, segna tre reti, giocando un calcio offensivo. Tutto facile per la squadra di Sarri. Dopo solo quattro minuti, Hamsik si sblocca e segna la prima rete dell’incontro. Triangolo con Mertens, lo slovacco si ritrova a tu per tu con Cragno e lo beffa con un tiro rasoterra imprendibile per il portiere sardo. Il Cagliari ha un sussulto, Pavoletti vuole segnare la rete dell’ex ma non inquadra lo specchio della porta. Dopo lo spavento, il Napoli attacca e al 39’ minuto, raddoppia con Mertens, su calcio di rigore. Dagli undici metri, Mertens non sbaglia e segna il settimo gol di questa stagione. All’inizio del secondo tempo, Koulibaly chiude la partita, realizzando la terza rete. Con la partita in cassaforte, il Napoli gestisce il risultato, ci sono altre occasioni però Cragno evita la goleada. 7 vittorie su 7 per la squadra di Sarri che vola in solitaria in testa alla classifica. Terza sconfitta consecutiva per il Cagliari.

Atalanta 2 – Juventus 2. Nel posticipo serale, la Juventus non riesce a superare l’Atalanta e si ritrova seconda in classifica a due punti dal Napoli. E’ la prima volta in questo campionato che Napoli e Juventus non sono a braccetto. Nel primo tempo, la Juventus parte forte ed ha subito due ghiotte occasioni: la prima con Bernardeschi, la seconda con Higuain. Al terzo tentativo, la Juventus sblocca il punteggio. Tiro dalla distanza di Matuidi, Berisha non trattiene, Bernardeschi si fionda e realizza il suo primo gol con la nuova maglia. Dopo 3’ minuti, la Juventus raddoppia con Higuain. Solita zampata dell’attaccante argentino. Al 30’ minuto, l’Atalanta riapre la partita con il gol di Caldara. Punizione di Gomez, Buffon non para, Caldara insacca. Nel secondo tempo viene annullato un gol di Mandzukic per una manata di Lichtsteiner su Gomez. Al 66’ minuto, l’Atalanta trova la rete del pareggio con Cristante. Sul 2 a 2, si accende la partita. L’arbitro concede un calcio di rigore per un fallo di mano di Petagna. Dal dischetto, si presenta Dybala che si fa ipnotizzare da Berisha. La Juventus impatta e rallenta in classifica. Per l’Atalanta, è il quinto risultato utile.

Benevento 1 – Inter 2 L’Inter continua a vincere e rimanere ai piani alti della classifica. La squadra di Spalletti si impone anche a Benevento con la doppietta di Brozovic ma soffre nel finale la caparbietà della squadra campana. Primi quarantacinque minuti a tinte neroazzurre. Il primo tiro della partita è di Skriniar. Il difensore ci prova ma il tiro è senza forze. Al 18’ minuto, l’Inter sblocca il punteggio con Brozovic. Cross di Candreva, Brozovic colpisce di testa e segna. Dopo due minuti, l’Inter raddoppia, sempre con Brozovic su calcio di punizione. Sul 2 a 0, si sveglia il Benevento. La squadra di casa colpisce una traversa su un tiro di Memushaj. Il Benevento spinge e riapre la partita con D’Alessandro. L’attaccante del Benevento batte Handanovic con un tiro di destro sul primo palo. Nel secondo tempo, i giallorossi colpiscono il secondo palo della sfida. Questa volta, D’Alessandro di testa trova il legno. Nel finale, l’Inter si chiude ma riesce a portare i tre punti a casa. Prossima sfida: derby in casa con il Milan. Il Benevento è inchiodato in fondo alla classifica con 0 punti.

Milan 0 – Roma 2. La Roma vince la partita dalle deluse di questo avvio di campionato e ritorna nelle posizioni alte della classifica. Dopo la sconfitta di Marassi e la vittoria di Europa League, si apre la piccola crisi del Milan. Secondo stop di fila in campionato per la squadra di Montella. Partita tattica e molto maschia a San Siro. La prima occasione pericolosa è della Roma. Strootman, favorito da un errore di Donnarumma, calcia in porta ma la palla termina di poco a lato. La Roma ci prova con un tiro insidioso di Bruno Peres. Il Milan risponde con Calhanoglu ma non inquadra lo specchio della porta. Il primo tempo termina sul risultato di parità senza reti. Nel secondo tempo, il Milan scende in campo con un altro piglio, Andrè Silva tenta a sbloccare il risultato ma il tiro termina sul fondo. La Roma risponde, Donnarumma salva su Florenzi. La partita si accende, Allison para in posa plastica su un tiro insidioso di Bonucci. Dopo tante occasioni, Dzeko sblocca la partita con un tiro potente di destro da fuori area. Poco dopo, la Roma raddoppia e chiude la partita con la rete di Florenzi. Nainggolan tira in porta, Donnarumma salva ma sulla respinta Florenzi scaglia il pallone a porta vuota. Nel finale, viene espulso Calhanoglu per doppia ammonizione. 5 vittoria in campionato per la Roma, terza sconfitta per il Milan.

Lazio 6 – Sassuolo 1 La Lazio batte 6 a 1 il Sassuolo e rimane in scia dei primi posti. Al 27’ minuto, su calcio di rigore, Berardi zittisce l’Olimpico che si riscalda al 46’ minuto con una punizione fantastica che termina nel sette. Il primo tempo termina in parità. Nel secondo tempo, la Lazio entra in campo con determinazione e cattiveria e azzanna il Sassuolo, realizzando 5 reti. Segna De Vrij, raddoppia Luis Alberto a porta libera dopo uno slalom. Parolo segna una doppietta. Chiude Immobile su calcio di rigore. La Lazio è sottovalutata ma vola in classifica.  

Le altre partite: Negli anticipi del sabato sera, l’Udinese batte la Sampdoria per 4 a 0 con tre rigori. A segno vanno De Paul, Fofana e Maxi Lopez. L’attaccante argentino segna sia su rigore che su azione. Nel posticipo del sabato sera, Palacio castiga il Genoa e lancia il Bologna. Il più classico dei gol dell’ex.
Nelle partite delle 15. Il Torino spreca tutto. La squadra di Mihajlovic va avanti per 2 a 0 ma si fa raggiungere nel finale con le reti di Kean e Pazzini su calcio di rigore.
Il Chievo Verona batte la Fiorentina per 2 a 1 in rimonta con la doppietta di Castro. Nello scontro salvezza, Spal e Crotone termina in parità. Simy risponde a Paloschi. 

Immagine presa dal sito www.ansa.it