Il SudEst

Friday
Oct 30th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Sport Viaggiare in due in auto: perché non concesso in moto?

Viaggiare in due in auto: perché non concesso in moto?

Email Stampa PDF

di MADDALENA COVIELLO

L’appello degli appassionati di motociclismo

 


 

È stata concessa la riapertura degli sport di combattimento e delle discoteche, mentre il mondo  degli appassionati del motociclismo è stato dimenticato, con l’obbligo che rimane ancora per due congiunti non conviventi di non poter andare insieme sullo stesso mezzo a due ruote.

In data 30 Giugno 2020, A.S.D. XXX Riders ha inviato una lettera al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, al fine di far discutere questo problema nelle nuove linee guida per contenere il rischio di Coronavirus.

Il segretario della A.S.D. XXX Riders, un Moto Club affiliato alla Federazione Motociclistica Italiana intende richiamare l’attenzione del Goverantore Michele Emiliano allo scopo di discutere e valutare l’importanza dell’attenzione a questo bisogno nelle ultime direttive, in particolare in riferimento a quelle mirate a prevenire o ridurre il rischio di contagio. Sulle nuove Linee guida, infatti, emerge che la categoria non ha ancora ricevuto delle novità sulla possibilità per due congiunti o affetti stabili di poter andare in due in moto. Sembra paradossale non poter raggiungere un luogo turistico in due, pur essendo che invece ci sia la possibilità all’interno della quattro ruote.

In più, si legge nelle direttive che “ a decorrere dal 25 giugno 2020, è consentito lo svolgimento degli spot di contatto, previa intesa con il Ministero della Salute e dell’Autorità di Governo delegata in materia di spot ed in conformità a quanto disposto dall’art.1 comma 1 lett.g del dpcm 11 giugno 2020”.

È chiesto dunque se fosse possibile, previa intesa con il Ministero della Salute garantire oltre agli sport di contatto, di poter estendere la possibilità di viaggiare in due anche sul motoveicolo anche con congiunti e/o affetti stabili utile a contribuire in aggiunta al turismo e alla ripartenza economica. Molti motociclisti sono intenzionati, infatti, a trascorrere le proprie vacanze nelle località pugliesi e il non poter condividere l’esperienza con il proprio congiunto pone ostacoli non indifferenti.

Si spera in un punto di incontro e il superamento di questa difficoltà emersa.