Il SudEst

Friday
Feb 24th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Sport La domenica sportiva

La domenica sportiva

Email Stampa PDF

di NICOLO' AMORUSO

LA JUVENTUS VINCE IL DERBY D’ITALIA. Allo Juventus Stadium finisce 1 a 0 per i bianconeri

 


 

Il Napoli asfalta il Bologna. Sconfitta del Milan. In coda, vittoria ossigeno per il Palermo


Juventus – Inter. La Juventus vince il derby d’Italia. A decidere il match è stato il centrocampista colombiano Cuadrado con un tiro da circa 25 metri da un’azione da calcio d’angolo. Vittoria ineccepibile per la Juventus che continua la sua marcia di avvicinamento al sesto scudetto. Nel primo tempo, l’incontro è stato equilibrato, l’Inter schierata da Pioli si difende attentamente, la Juventus controlla il match. La prima occasione della partita è di Dybala. Handanovic respinge con i pugni. La Juve attacca, Dybala colpisce la traversa. Dopo la sfuriata iniziale, l’Inter prende coraggio e prova ad impensierire la Juventus. Joao Mario tenta di sorprendere Buffon con un tiro dalla distanza. La palla finisce di poco a lato. Verso il finale del primo tempo, la Juventus spinge maggiormente. Handanovic salva su punizione di Pjanic. Dall’angolo successivo, la Juventus sblocca la parità con il tiro insidioso di Cuadrado. Nel secondo tempo, la partita cala d’intensità, l’Inter preferisce contenere la forza della Juventus. Higuain in due occasioni fallisce il 2 a 0. Nel finale, la partita si surriscalda, per un fallo in attacco dell’Inter su azione da calcio d’angolo. Per quello visto in campo, la Juventus ha meritato la vittoria. Con questi tre punti, la Juventus rimane in vetta alla classifica, aspettando di recuperare la partita contro il Crotone. Nonostante, la sconfitta l’Inter rimane stabile al quinto posto.    

Bologna – Napoli. Il Napoli distrugge il Bologna. Al Dall’Ara finisce 7 a 1 per i partenopei. Partita a senso unico, la squadra ospite ha dominato in lungo e largo per tutti e 90’ i minuti di gioco. Il Napoli ha rotto subito l’equilibrio con un colpo di testa di Hamsik. Dopo due minuti, Insigne raddoppia. Il Bologna ha l’opportunità per riaprire la partita ma Reina para un calcio di rigore a Destro (fallo di mano di Callejon). Il Napoli rimane in 10 per l’espulsione di Callejon, Masina riporta la parità numerica con un fallo su Mertens. Al 33’ minuto, Mertens si scatena e segna il 3 a 0 con una punizione perfetta. Torosidis segna di testa il gol del bandiera. Il Napoli non si accontenta e segna subito la rete del 4 a 1 con il sinistro. Nel secondo tempo, Hamsik con il destro fa cinquina. Poco dopo, realizza anche il sesto gol con un gol dalla distanza. L’ultima rete della partita è di Mertens. Vittoria importante per il Napoli che rimane in scia della Juventus.

Pescara – Lazio La Lazio passa in vantaggio, si fa riagguantare e poi dilaga contro un Pescara remissivo che ha fatto quello che ha potuto. Partita da alti e bassi all’Adriatico di Pescara. La Lazio parte forte e realizza un 1-2 micidiale con Parolo. Due reti simili. Il centrocampista biancoceleste segna due reti di testa. Il Pescara si sveglia e rimonta due gol alla Lazio. Segna prima Benali su respinta di Marchetti. Gli abruzzesi falliscono un calcio di rigore con Caprari, nonostante questo il Pescara pareggia con Brugman. Nella ripresa, la Lazio ritorna in vantaggio con la terza rete di Parolo, sempre di testa. Il 4 a 2 viene realizzato da Keita. L’attaccante mette in rete da posizione centrale. Immobile segna il 5 a 2. Parolo con la sua quarta rete personale chiude la partita sul 6 a 2. Con questa vittoria, la Lazio rimane in posizioni Europa, mentre, il Pescara rimane ultimo in classifica.

Atalanta – Cagliari. L’Atalanta di Gasperini non è più una favola ma una certezza del campionato. La squadra bergamasca batte 2 a 0 il Cagliari e rimane in zona Europa. L’Atalanta gioca un ottimo calcio e merita la posizione che ha in classifica. Migliore in campo è il Papu Gomez, autore di una doppietta. Due reti perfette per il fantasista numero 10 dell’Atalanta. Due reti con il sinistro da cinetica. Terzo risultato positivo per l’Atalanta.

Milan – Sampdoria. La Sampdoria espugna San Siro ed inguaia il Milan. Terza sconfitta consecutiva per la squadra di Montella che non riesce più a vincere. Il Milan gioca bene ma la Sampdoria passa in vantaggio su calcio di rigore con Muriel. Sotto di una rete, la squadra rossonera tenta il tutto per tutto ma non riesce a superare la porta difesa da Viviano. Deulofeu colpisce il palo, Lapadula da ottima posizione spara addosso a Viviano. Il Milan si allontana dalla zona Europa. La Sampdoria raggiunge i 30 punti in classifica.

Genoa – Sassuolo. Il Sassuolo batte il Genoa e lo supera in classifica di due punti. Vittoria di misura per la squadra di Di Francesco. A decidere l’incontro è Pellegrini. Calcio di punizione, la palla arriva a Pellegrini che con un tiro imparabile beffa Lamanna. Periodo di difficoltà per la squadra rossoblù.

Empoli – Torino. Al Castellani di Empoli termina in parità. Belotti apre le marcature con un tiro a volo su un cross pennellato dalla trequarti. L’Empoli pareggia con Pucciarelli. Il centrocampista sfrutta il retropassaggio di Ajeti per Hart. Per la pioggia, la palla si ferma in una pozzanghera, Pucciarella la recupera ed insacca. L’Empoli conquista un punto e fa un altro passo verso la salvezza, secondo pareggio consecutivo per i granata.

Palermo – Crotone Il Palermo grazie alla rete di Nestorovski si aggiudica questo importante scontro salvezza e accorcia la distanza dall’Empoli quart’ultimo in campionato. Al 27’ minuto del primo tempo c’è la rete della squadra di casa. Embalo è uno slalomista, salta due giocatori e serve il compagno Nestrovski che da posizione centrale insacca.

 

 

 

SERIE A: La Juventus a caccia di record.

Sempre più crisi per le due milanesi. Lotta salvezza apertissima
Normal 0 14 false false false IT ZH-TW AR-SA