Il SudEst

Sunday
May 28th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Sport La domenica sportiva

La domenica sportiva

Email Stampa PDF

di NICOLO' AMORUSO

Juventus battuta a sorpresa. Campionato riaperto?

Il Napoli continua l'assalto al secondo posto

36° giornata di campionato. Se fino a qualche domenica fa, sembrava tutto scritto, nel finale il campionato si vivacizza. In testa, tre squadre possono vincere il titolo, corsa per l’Europa ancora viva e lotta per non retrocedere infuocata.
Alla Juventus bastava un punto per laurearsi campione, invece, tutto rimandato nelle prossime due sfide. Con la vittoria per 3 a 1, la Roma modifica anche i calcoli alla Juventus per vincere il titolo. La classifica attuale è la seguente: Juventus 85, Roma 81, Napoli 80. A due giornate dal termine, tutte e tre possono portare a casa lo scudetto, ma la Juventus resta la favorita. Infatti, alla squadra di Allegri basta una vittoria nelle prossime due partite (Crotone in casa e Bologna fuori) per vincere il sesto titolo di fila, anche in caso di 2 vittorie della Roma. In caso di arrivo a pari punti, tra Juventus e Roma, i giallorossi vincerebbero il titolo in quanto in vantaggio negli scontri diretti. Ipotesi possibile ma molto remota, anche il Napoli potrebbe aggiudicarsi il titolo.

In questa giornata, il campionato ha emesso un altro verdetto: l’Atalanta è in Europa. La squadra di Gasperini, da sempre considerata la sorpresa, è riuscita nell’impresa di qualificarsi per la prossima stagione Europea.

In coda, la lotta per la permanenza è accesissima. Tre squadre sono impegnate, due si salveranno una saluterà la Serie A. Genoa, Empoli e Crotone, nelle prossime due partite, si giocano molto del loro futuro. Genoa 33 punti, Empoli 32, Crotone 31. Sulla carta, nelle prossime sfide, il calendario sorride all’Empoli, infatti, giocheranno contro Atalanta e Palermo, squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato. Crotone e Genoa hanno partite più “complicate”. Il Crotone andrà a Torino contro una Juve alla ricerca del titolo e, chiuderà in casa contro la Lazio. Invece, il Genoa ospiterà il Torino e chiuderà all’Olimpico contro la Roma. Difficile ipotizzare chi può salvarsi.

Gli ultimi 180’ minuti dalla stagione, saranno tutti da vivere.

Le partite
Roma 3 – Juventus 1 - La Roma vince per 3 a 1 contro la Juventus. Apre le marcature Lemina con un piatto da pochi passi su assist di Higuain. I giallorossi si riorganizzano e ribaltano il risultato. Pareggia De Rossi, El Sharaawy con un colpo di biliardo segna il 2 a 1, Nainggolan chiude la sfida sul 3 a 1.

Torino 0 – Napoli 5 Tutto facile per il Napoli che asfalta il Torino. Cinquina per la squadra di Sarri. Apre Callejon, Insigne raddoppia, Mertens fa il terzo, Callejon segna il poker con doppietta. L’ultimo gol è di Zielinski.

Atalanta 1 – Milan 1 L’Atalanta conquista l’Europa con il punto contro il Milan. Deulofeu all’87 pareggia, dopo la rete di Conti.

Fiorentina 3 – Lazio 2 La Fiorentina torna alla vittoria e rientra in corsa per l’Europa League. La Lazio fa turnover per la finale di Coppa Italia. Keita apre le marcature, la Fiorentina ribalta il risultato con le reti di Babacar, Kalinic e l’autorete di Lombardi. Inutile il gol di Murgia per la Lazio.

Inter 1 – Sassuolo 2 Il Sassuolo espugna San Siro con la doppietta di Iemmello. Il gol dell’Inter è di Eder.

Cagliari 3 – Empoli 2 Il Cagliari batte l’Empoli per 3 a 2. La prima rete della partita è segnata da Sau, poi si scatena Farias che realizza una doppietta. L’Empoli si sveglia ma è troppo tardi. Si riporta sotto con le reti di Zajc e Maccarone ma non basta.

Palermo 1 – Genoa 0 Il Palermo inguaia il Genoa. Rete di Rispoli di testa.

Crotone 1 – Udinese 0 Il Crotone conquista i tre punti e rimane attaccato alla Serie A. La rete dell’incontro è stata realizzata da Rohden.

Sampdoria 1 – Chievo 1 A Marassi finisce in parità. Inglese risponde a Quagliarella.

Bologna 3 – Pescara 1 Vittoria facile per il Bologna con la doppietta di Destro e la rete di Di Francesco.







Immagine presa dal sito www.ansa.it