Il SudEst

Friday
Jul 21st
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio

attualità

Merabiglia collettiva di Arti Visive a cura di Adolfina De Stefani

Merabiglia  collettiva di Arti Visive a cura di Adolfina De Stefani

 


Redazionale

San Marco 1958 Calle de la Fenice – Venezia, 10 - 25 giugno 2017

Wundrkammer Tre – Merabilia

Terzo appuntamento a Wunderkammer San Marco 1958 Calle de la Fenice Venezia .
Come nelle camere delle meraviglie seicentesche e settecentesche, vere e proprie collezioni di mirabilia, naturalia e artificialia, oggetti fantastici e inattesi che catturavano la curiosità dei visitatori, così gli eventi espositivi del ciclo Wunderkammer  vogliono rappresentare e divenire il luogo-contenitore nel quale raccogliere e mostrare al pubblico le produzioni artistiche più recenti (libero da rigorosi e vincolanti tagli critici) di gruppi eterogenei di artisti, ciascuno presente in mostra con pochi e selezionati lavori e posto in dialogo diretto con i linguaggi degli altri artisti invitati e con lo spazio di galleria.

Le collettive Wunderkammer si alterneranno, intervallate da altri episodi espositivi, nella programmazione di cittadellarte; pittura, scultura, installazione, video, fotografia, azioni performative invaderanno ciclicamente le tre sale e il giardino della galleria senza soluzione di continuità, per sviluppare un complesso percorso espressivo, allo scopo di riflettere con il pubblico sui codici comunicativi ed espressivi dell’arte contemporanea.

Artisti presenti in questa edizione dal titolo Marabiglia sono:

Leggi tutto...
 

Mezzi pubblici, un utente su tre impegnato con lo smartphone, residuali libri e giornali

 


Ufficio comunicazioni Unsic

Una ricerca dell’Unsic

Una persona su tre che viaggia su un mezzo pubblico urbano trascorre il tempo utilizzando uno smartphone, per lo più per conversare, chattare o per giocare. Drasticamente meno coloro – circa il tre per cento - che leggono un giornale o un libro. Una percentuale ancora minore effettua parole incrociate o altri giochi enigmistici. E’ quanto emerge da una ricerca dell’Osservatorio comunicazione Unsic, effettuata su un campione di oltre cinquemila utenti di tram e autobus urbani a Roma.

La ricerca s’è svolta su 61 mezzi dell’Atac, l’azienda romana del trasporto pubblico, ad aprile e maggio 2017, privilegiando percorsi lunghi con un’utenza trasversale per ceto e scolarizzazione, in particolare la linea 3, ex “circolare”, che copre buona parte del territorio romano, ma anche l’8.

Circa il 30,5 per cento del campione, composto per lo più di persone sedute sul mezzo pubblico, mostra il possesso di uno smartphone, utilizzandolo principalmente per conversare (solo uno su sette con auricolare) o per chattare, in misura minore per giocare. Minima la percentuale di coloro che l’usano per leggere un testo, tra questi soprattutto i più giovani. La percentuale è un po’ più alta sui tram – anche grazie al maggior numero di posti a sedere, circa cinquanta – che sugli autobus. Sotto l’un per cento la quota di coloro che utilizzano dispositivi per leggere libri digitali.

I lettori di un giornale o di un libro cartaceo non superano il tre per cento. Tra gli autori letti da almeno due persone si segnalano Gianrico Carofiglio, Paulo Coelho, Elena Ferrante e Ken Follett. I giornali dominanti sono i free press. Non manca chi utilizza il tempo sul mezzo pubblico per leggere testi universitari o di aggiornamento professionale, come un libro per programmatori Java Start, ma anche libri con i quiz per la patente di guida.

La ricerca, promossa dal sindacato autonomo Unsic, con oltre 1.500 Caf in tutta Italia, accompagnerà l’inchiesta di uno dei prossimi numeri della rivista mensile “Infoimpresa” sul rapporto tra nuove tecnologie e formazione classica, con un’intervista all’attore Gabriele Lavia, autore del recente libro “Se vuoi essere contemporaneo, leggi i classici”. La rilevazione sui mezzi pubblici conferma come le nuove tecnologie abbiano surclassato i media tradizionali, producendo approcci più ludici che di approfondimento culturale.

Tra le altre attività residuali svolte su un mezzo pubblico, con percentuali sotto all’un per cento, la soluzione di parole incrociate o di altri giochi enigmistici, scattare immagini con una macchina fotografica, bere o mangiare, accompagnare un animale, portare la bici, fare l’uncinetto o la maglia.

Leggi tutto...

Emigrazione: la nave di Medici senza frontiere dimenticata!

 


di ROSA MANNETTA

Qualche giorno fa, il responsabile di Medici senza frontiere ha affermato:

 

Leggi tutto...

Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG): cronaca di un ritorno annunciato

 


di MARIANNA STURBA

Quando un governo e i suoi rappresentanti , non colgono il senso di una Legge, si può assistere alla distruzione di una visione ed un progetto unitario, semplicemente con un articolo


Leggi tutto...

Immigrazione tra affari e cosche

 


di ROSA MANNETTA

Nel Cara di “Sant’Anna” di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone,

Leggi tutto...

Tortura: è una legge truffa e contro le vittime

 


di ILARIA CUCCHI

Torniamo al testo Onu

Aggiornamento della Petizione

Purtroppo il Senato ha approvato una legge truffa sulla tortura, scritta in modo da renderla inapplicabile e in totale contraddizione con la convenzione Onu sulla tortura e con le indicazioni contenute nella sentenza di condanna contro l’Italia della Corte europea per i diritti umani del 7 aprile 2015 (Cestaro vs Italia per il caso Diaz).

Leggi tutto...

A Claudia Bonasi il premio Donne in Campus 2017

 

Redazionale

E’ stato conferito alla giornalista Claudia Bonasi il Premio Donne in Campus 2017. Il riconoscimento, consegnato giovedì pomeriggio, a Villa Carrara, dalla giornalista Rita Occidente Lupo, chiude la manifestazione che ogni anno viene organizzata a Salerno dalla Holiday net e dall’Osservatorio Turistico Permanente in collaborazione con il Comune di Salerno, la Coldiretti Salerno, Legambiente Salerno, l’Associazione Angela Serra, Villa Ferrara, Net Beach ed il Centro Artisti Salernitani.

Leggi tutto...

Nuit des barricades: il 25% e i risultati francesi

 

di MARCO SPAGNUOLO

I risultati francesi parlano chiaro: Macron ha ottenuto il 66%, Le Pen il 33%, con l’astensionismo al 25%. Quest’ultimo dato ha dimostrato in maniera molto chiara la volontà dei movimenti di base e studenteschi, con buona parte dell’intellighenzia francese, di disertare i seggi del ballottaggio in aperta avversità con Macron e Le Pen.

 

Leggi tutto...

FeministArte creatività al femminile

 

di DALE ZACCARIA

Il progetto che ho creato feministArte  vuole evidenziare i talenti e le creatività al femminile attraverso la collaborazione tra le artiste e le diverse arti. Al momento sono stati fatti due progetti che si sono conclusi, uno tra la poesia e la danza e un altro tra la poesia e la pittura. Negli anni ho collaborato con molte artiste donne e le collaborazioni come i rapporti d’amore a volte sono più proficui e incisivi ed altri meno. Questo ovviamente dipende anche dalle affinità che ci sono tra le persone-artiste.

Leggi tutto...
Pagina 3 di 17