Il SudEst

Friday
Jul 21st
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio

attualità

Napoli, Teatro Bolivar per il cartellone Nuovevele Amore… Non buttarti giù

Napoli, Teatro Bolivar per il cartellone Nuovevele Amore… Non buttarti giù

di ANNA MARCHITELLI*

Liberamente ispirata a LUV di Murray Schisgal

Progetto di regia Lucio Allocca

riallestimento Teen Thèâtre

con Rosario D'Angelo | Ettore Nigro | Loretta Palo

Sabato 11 e domenica 12 marzo

«L’amore è diventato un oggetto di scambio o di consumo più che un sentimento.»

Dall'11 al 12 marzo 2017 (sabato alle 21, domenica alle 18.30) va in scena, al teatro Bolivar (via Bartolomeo Caracciolo 30) di Napoli, all'interno del cartellone «Nuove vele», la commedia pop «Amore… non buttarti giù», liberamente ispirata a «Luv» di Murray Schisgal. Il progetto di regia è firmato da Lucio Allocca e in scena ci saranno Rosario D'Angelo, Ettore Nigro e Loretta Palo a dare vita ai tre nevrotici personaggi, Harry, Milt ed Ellen, che giocano al matrimonio e al divorzio in un alternarsi di combinazioni.

«In un luogo 'periferico-metaforico', un ponte su un fiume di una grande città, che si intravede da lontano, si intrecciano le storie personali e di coppia dei tre protagonisti. I personaggi, lontani dalla realtà che li circonda, 'sospesi' tra il 'rappresentarsi' e il 'confessarsi', tra realtà e finzione, in un altalenante ambiguità, sono tutti compresi nel tentativo difficile, schizofrenico e nevrotico, di comporre la propria esistenza.

Il ponte taglia in diagonale lo spazio scenico, limitato da quinte con pubblicità della Coca Cola di Andy Warhol; mentre la colonna sonora sarà una citazione delle musiche da film che hanno segnato la produzione cinematografica di quegli anni e quelli precedenti, mixata con suoni d’ambiente, sirene di autoambulanze, quelle della police, navi da trasporto, rumori d’argano di navi da carico e quant’ altro. La commedia è 'sospesa' tra la 'Dark Clownerie' e lo stile di scrittura di Woody Allen.

"Luv" vuol proprio dire amore, ma è una corruzione della parola inglese love. In questo modo il commediografo Murray Schisgal ha indicato già nel titolo la tesi della sua commedia: "L’amore è diventato un oggetto di scambio o di consumo più che un sentimento". Si tratta di tre personaggi, Harry, Milt ed Ellen, che giocano al matrimonio e al divorzio in un alternarsi di combinazioni. Nel ’64 la commedia ebbe successo a New York con la prestigiosa regia di Mike Nichols, interpreti Alan Arkin, Eh Wallach e Anne Jackson».

Lucio Allocca

Estratto di rassegna stampa:

«Piuttosto clown, che semplici figure metropolitane, i protagonisti di «Amore.. non buttarti giù» ci conducono in uno spazio liquido ed emotivamente caotico, nell’insensata ridda di rumori, sussulti e sentimenti di cui impastiamo, con puntuale incoscienza, la nostra quotidiana sopravvivenza. Lucio Allocca, regista da sempre sensibile allo sberleffo irriverente del non-sense, fa sua ed esalta l’essenza sovversiva della pièce del drammaturgo newyorchese, restituendoci l’immagine di una società fragile, disorientata e sospesa, come i tre personaggi, sul ponte “periferico-metaforico” di un luogo/non luogo urbano, tra ambizioni frustrate e conati di megalomania, delirante ed oligofrenica ricerca della felicità e continua percezione dello scacco. […] questa sorta di "psicopatologia" collettiva si è sventuratamente cronicizzata, facendo della contraddittorietà, dell’incoerenza e dell’irrequietezza, un paradigma comportamentale assoluto ed irreversibile, radicatosi e nella dimensione professionale e in quella affettivo-relazionale».

da www.teatro.it


Costumi Giovanna Napoletano

Scene Tiziana Scialò

*Ufficio stampa

 

 

Convegno “Riflessioni sul femminismo”

Redazionale

 

Con un'attiva e animata partecipazione del pubblico presente all'evento di oggi 25 febbraio a Palazzo delle Aquile, Do.Re.Sud ha iniziato un percorso di coinvolgimento delle realtà delle donne che lottano contro il patriarcato, e quindi lo sfruttamento del corpo femminile, e per liberare le vittime di tratta.
Interessanti alcuni spunti dell'intervento di Graziella Priulla che, sottolineando tra l'altro le difficoltà di comunicazione generazionale, ha denunciato l’attuale backlash sessista in atto nella società italiana.
Tilo Pez ha raccontato l'esperienza argentina, con riferimento al movimento spontaneo No Una de Menos, evidenziandone il carattere di massa grazie al ruolo dei social networks.

Leggi tutto...

Bullismo e classismo

di MARCO SPAGNUOLO

Ancona, un ragazzino di dodici anni viene preso di mira da gruppo “forte” della classe, per via delle sue scarse possibilità economiche e quindi del suo abbigliamento non proprio alla moda. Dalle offese in pubblico alle invettive contro la sua famiglia, fino ad arrivare all’isolamento completo dentro e fuori la classe. Ma questa storia di bullismo non si ferma alla violenza psicologica, esplodendo con un odio di classe immaginato ormai lontano da una scuola che si dichiara ancora pubblica ed egualitaria. Il ragazzo, infatti, riceve dalla madre, qualche giorno prima, un paio di scarpe da tennis di una nota marca: i bulli non possono crederci, così parte il loro piano per svelare la falsità di tale evento, che toglierebbe affidabilità alle loro invettive. Ecco che tolgono le scarpe al coetaneo, controllandole, e mostrando a tutti infine che queste sono contraffatte. L’umiliazione ha raggiunto il suo apice, è uscita dalle mura scolastiche e ha colpito direttamente la vita della famiglia della vittima.

Leggi tutto...

Follonica: in onda la barbarie

di NICO CATALANO

La scorsa settimana a Follonica in provincia di Grosseto,

Leggi tutto...

La professoressa viene picchiata

di ROSA MANNETTA

Qualche giorno fa, in una scuola di Manduria, è successo un fatto che deve far riflettere:

Leggi tutto...

Riflessioni sul femminismo e la “questione femminile” in Sicilia

Riflessioni sul femminismo e la “questione femminile” in Sicilia

Redazionale

Una tavola rotonda aperta

Leggi tutto...

Il Polo Museale della Calabria al Tourisma, salone internazionale dell’archeologia Firenze

di SILVIO RUBENS VIVONE*

Con un aggraziato spazio espositivo e un interessante incontro il Polo Museale della Calabria ha evidenziato al Tourisma il suo rilevante patrimonio storico, artistico, monumentale e archeologico.

Leggi tutto...

Barletta: Tre borse di studio per lo studio della “Storia della città”

Redazionale

Pubblicato il bando di concorso 2017 a cura

dell’Associazione del Centro Studi Normanno-Svevi

Leggi tutto...

La Ruina alla Sala Pasolini di Salerno: l'omosessualità raccontata in Masculu e Fìammina

 

Redazionale

Casa del Contemporaneo ospita sabato 18 febbraio alle ore 19 (in replica domenica 19 alle ore 18), alla Sala Pasolini di Salerno, la nuova creazione della compagnia calabrese Scena Verticale “Masculu e Fìammina”.

Leggi tutto...
Pagina 7 di 17