Il SudEst

Tuesday
Jun 25th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio

attualità

Gran Torino: l’attesa è finita! Finalmente è fuori il loro “Secondo tempo”

Gran Torino: l’attesa è finita! Finalmente è fuori il loro “Secondo tempo”

Associazione Magazine

Un lavoro lungamente desiderato, forgiato con il fuoco della passione e presentato a piccoli e delicati passi. Questo è “Secondo Tempo”, il secondo album dei bolognesi Gran Torino, che si stava facendo attendere sin da luglio scorso, quando i due rocker hanno dato alla luce il primo singolo, “Che fine vuoi?”. Quel primo estratto, energico ma anche introspettivo, confermava il sound che aveva contraddistinto il duo con il primo lavoro, “Albero e Terra”, ma lo rinfrescava con un moderno utilizzo dei suoni elettronici. A dicembre è stato poi pubblicato il secondo singolo, “Abbracciami”, in cui la potenza del rock si addolciva riflettendo sull’importanza dei piccoli gesti.

Leggi tutto...
 

Mestre: insulti sessisti all’arbitro donna

di ROSA MANNETTA

E’ accaduto pochi giorni fa

Leggi tutto...

Taranto Opera Festival 28 giugno - 13 luglio - 3 agosto

di RAFFELLA CAPRIGLIA*

Un incredibile successo per la campagna abbonamenti del "Taranto Opera Festival": sono stati superati, infatti, i 600 abbonamenti solo nel primo mese di promozione. C'è ancora tempo, intanto, per riservarsi un posto a sedere per l'intero cartellone lirico nella Villa Peripato di Taranto.

La rassegna "Taranto Opera Festival" è promossa e organizzata dal Comune di Taranto e dall'associazione musicale Domenico Savino di Taranto. "Proprio in virtù di questa collaborazione ed in particolare grazie al sostegno del Comune di Taranto, è stato possibile lanciare l'offerta sull'intero cartellone dei tre spettacoli", dichiarano i referenti dell'associazione musicale.

Il costo contenuto, 35 euro per tre appuntamenti nei mesi di giugno, luglio e agosto, con artisti di fama internazionale, è stato apprezzato dai cultori del melodramma e dagli appassionati del genere; ma è anche servito ad avvicinare tanti cittadini che, proprio grazie a questa occasione data dall’amministrazione comunale, potranno assistere a tre grandi spettacoli di musica lirica per la prima volta a Taranto.

“I numeri, ancora una volta, ci stanno dando ragione - ha dichiarato l’assessore alla cultura Fabiano Marti -, andando oltre ogni più rosea aspettativa. Questo dimostra che la linea dell’amministrazione Melucci è quella giusta. Non era mai stata organizzata a Taranto una rassegna di lirica di questa portata e la risposta della città manifesta che, in fondo, è sufficiente fare cose di qualità per ottenere risultati importanti”.

Il Taranto Opera Festival si compone di tre appuntamenti che si svolgeranno nei mesi estivi nell'arena della Villa Peripato di Taranto. Alla presentazione sono intervenuti l'assessore alla cultura del Comune di Taranto Fabiano Marti, il direttore artistico del cartellone, il maestro Davide Dellisanti, i maestri Pierpaolo de Padova e Paolo Cuccaro, che guidano l'associazione musicale Domenico Savino. La rassegna è sostenuta dalla Banca di Taranto, rappresentata nell'incontro dal presidente Lelio Miro.

Si inizia venerdì 28 giugno, con "La Traviata" di Giuseppe Verdi, regia di Ines Salazar, direttore Davide Dellisanti, coro ed orchestra TarantOperaFestival; il secondo spettacolo sarà portato in scena sabato 13 luglio e vedrà la partecipazione dell'ospite d'onore, "madrina" della manifestazione Katia Ricciarelli, in un "Gran galà lirico"; sabato 3 agosto, infine, si chiude con "Elisir d'Amore", regia di Giovanna Nocetti, direttore Davide Dellisanti, coproduzione Opera Fuerteventura, coro ed orchestra TaranOperaFestival. Tutti gli spettacoli si svolgeranno nell'arena della Villa Peripato, a Taranto, con inizio alle ore 21.

Il direttore artistico Davide Dellisanti ha lavorato con i più grandi cantanti lirici, a livello internazionale. E' stato premiato nel 2018 con la medaglia d'oro Maison des artistes all'Università La Sapienza di Roma, insieme al maestro Ennio Morricone. E' stato direttore artistico di importanti festival lirici, come il Taormina Opera Stars.


I referenti dell'associazione musicale Domenico Savino, i maestri Pierpaolo de Padova e Paolo Cuccaro, spiegano che "l'obiettivo è riavvicinare il pubblico tarantino all'opera lirica", poiché è "da trent'anni che non si promuovono grandi opere liriche a Taranto", nonostante la città "abbia grandi potenzialità e una storia di grandissimi nomi in campo lirico, di rilievo internazionale. Grazie alla sensibilità dell'amministrazione comunale stiamo realizzando un sogno, promuovendo, al contempo, la formazione musicale, perché gli artisti terranno, nei giorni vicini alle esibizioni, delle masterclass e dei corsi".

Inoltre, "abbiamo deciso di puntare sulla vendita degli abbonamenti, perché fidelizzano il pubblico nel tempo - ha spiegato Pierpaolo de Padova per l'associazione Domenico Savino -. L'abbonamento per tutti e tre gli spettacoli costa, in tutto, 35 euro. I singoli spettacoli, invece, costeranno 15 euro ad evento per i ragazzi fino ai 25 anni di età e 25 euro per gli adulti. E' ancora possibile contattarci per i biglietti e per i posti a sedere".

Per informazioni sui biglietti si può consultare il sito www.tarantoperafestival.it e la relativa pagina Facebook, oppure contattare l'associazione musicale Domenico Savino, via Cavour 24, Taranto, tel. 3392360993; 3477242217; ass.musicaledomenicosavino@gmail.com; Punto vendita abbonamenti: Francesco Basile strumenti musicali- via Matteotti 14, Taranto.




Taranto, 28 maggio 2019                                                                  l'ufficio stampa

 

La realtà nascosta nell’oscurità dell’universo

di MADDALENA COVIELLO

Oltre le stelle solo oscurità?

Leggi tutto...

I gialloverdi modificano la Costituzione e si apprestano a varare una nuova legge elettorale

di ALFIERO GRANDI*

Ma l’ultima parola spetta agli elettori. Prepariamoci al referendum

 

Leggi tutto...

CSAC, Prorogata la chiusura della mostra

di IRENE GUZMAN*

È stata prorogata fino a domenica 21 luglio 2019 la chiusura della mostra Nuove figure in un interno a cura di Paolo Barbaro, Cristina CaseroClaudia Cavatorta, allestita nella Sala delle Colonne dell’Abbazia di Valserena, sede dello CSAC Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, nell’ambito dell’edizione 2019 di Fotografia Europea dal titolo Legami. Intimità, relazioni, nuovi mondi.

Leggi tutto...

Danneggiato il busto di S. Bolívar: simbolo di unione e fratellanza tra Roma e i popoli dell’ America latina

di MADDALENA CELANO

Questa domenica 12 maggio 2019, il Ministro del Potere Popolare per la Cultura, della Repubblica Bolívariana del Venezuela, Ernesto Villegas, attraverso il suo account Twitter, ha comunicato l'attacco al busto di El Libertador al Monte Sacro a Roma, in Italia, dove il padre della nazione Venezuelana fece il suo storico giuramento per l'indipendenza di Venezuela. Il busto è stato ritrovato la mattina di questo 12 maggio 2019, gettato e terra, deturpato e danneggiato. Il monumento è denso di grandi significati sia storici, sia politici.

Nel 1805 Bolívar arrivò a Roma da Parigi in compagnia del suo precettore S. Rodríguez, con il quale aveva deciso di intraprendere un viaggio di studi attraverso l’Italia, com’era consuetudine allora per i giovani di buona famiglia. Sul Monte Sacro di Roma, Bolívar giurò ufficialmente di dedicare la sua vita alla causa dell’indipendenza dei popoli d’America. Tale giuramento, chiamato “Giuramento di Annibale”, recita:

Leggi tutto...

Presentata la rassegna Passaggio a Sud-Ovest, diretta da Peppe Servillo

Purcacultura informazioni

All'Arena del Fuenti Paolo Fresu e Danilo Rea, Toni Servillo, Avitabile, Dee Dee Bridgewater, l'Orchestra di Piazza Vittorio e Mario Incudine

Leggi tutto...

Massoneria: studenti del “Virgilio” di Roma in visita a Casa Nathan

di ROSA MANNETTA

Sono sorte polemiche sulla visita di alcuni liceali del Virgilio alla sede del Grande Oriente d’Italia.

Leggi tutto...
Pagina 2 di 12