Il SudEst

Saturday
Dec 16th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio territorio E potremmo dire: “Sei un quadro che cammina” … L’arte on the road a Londra

E potremmo dire: “Sei un quadro che cammina” … L’arte on the road a Londra

Email Stampa PDF

 


di SARA LAURICELLA*

Sarà stato per pura trovata pubblicitaria, sarà stato per un progetto di Street Art, sarà stata una forma di polemica verso la bassissima frequenza dei londinesi ai musei ma l’iniziativa ha colpito i media di tutto il mondo.

 

Cinque quadri “senza tempo” sono stati dipinti con minuziosa pazienza ed attenzione, per ben circa 12 ore, dalla Body Paint Artist Sara Atwell sui corpi di tre donne e due uomini: L'Urlo di Munch, la Donna Seduta di Picasso, la Ragazza con fiocco nei capelli di Lichtenstein, Rosso, Blu e Giallo di Mondrian e I Girasoli di Van Gogh. E così i “quadri che camminano” si potevano ammirare nelle piazze come per strada ed anche in metropolitana. Immaginiamo lo stupore dei cittadini e turisti che si son visti accanto i cinque corpi dei modelli dipinti con delle opere che normalmente si trovano alla Galleria Nazionale di Oslo, al Musée National Picasso di Parigi, alla Tate Modern di Londra e al Museo Van Gogh di Amsterdam, e il quadro di Lichtenstein appartiene ad una collezione privata. L’iniziativa pare sia stata commissionata dalla galleria online RISE ART   e le opere d’arte umane, splendidamente dipinte, sono state viste passeggiare per Londra poco prima della London Frize Week, la fiera internazionale di arte contemporanea. Promozione dell’arte in genere, promozione della body paint Artist o colta protesta/provocazione riguardo alla recente notizia che, nonostante le gallerie d’arte ed i musei londinesi siano gratuiti, un britannico su sei non è mai stato in un museo; quella che sia stata la motivazione passa in secondo piano dinanzi tanta bellezza “pret a porter”. In ogni caso la capitale britannica, notoriamente moderna e cosmopolita, è quindi “passata all’attacco” con quella grande capacità di trovare un appeal mediatico e coinvolgente ed ha centrato l’obiettivo. Immagini che rimarranno storiche soprattutto nel photobook dei fortunati turisti londinesi.