Il SudEst

Tuesday
Sep 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio territorio In Islanda: la notte di Natale all’ insegna della lettura

In Islanda: la notte di Natale all’ insegna della lettura

Email Stampa PDF

di MARIA DEL ROSSO

In Islanda il Natale si festeggia all’ insegna della cultura tra libri e letteratura con una buona tazza di cioccolata calda.


Alla Vigilia del Natale si scambiano i libri in dono per poi trascorrere la notte a leggerli, ad immergersi nelle storie e ad imedesimarsi nei protagonisti dei romanzi, seduti sul divano dinanzi al fuoco del camino, avvolti dal colore della famiglia in attesa della mezzanotte.

La tradizione di leggere i libri la notte di Natale è legata al Jólabókaflóð, che letteralmente significa “inondazione di libri per Natale”.

Questa tradizione è legata all’ editoria islandese. Infatti, la maggior parte dei libri in Islanda viene pubblicata e venduta tra settembre e la fine di novembre, prima dell’ arrivo delle festività natalizie.

Nel mese di settembre tutti gli islandesi ricevono gratuitamente nelle loro case il Bókatíðind, un catalogo con tutte le nuove pubblicazioni.

Da questo catalogo gli islandesi scelgono quali libri da regalare e quali ricevere in dono per Natale.

La tradizione risale alla Seconda Guerra Mondiale. In quel periodo storico le restrizioni in vigore limitavano l’ importazione di molti beni all’ estero.

In tal modo i libri scritti e stampati in Islanda divennero il regalo di Natale più diffuso tra i cittadini.

La tradizione del Natale islandese affascina sempre più gli amanti della cultura  di tutto il mondo e anche in Italia i lettori più appassionati donano libri sotto l’ albero natalizio dalle mille luci colorate ai propri cari e amici.

L’ Islanda è uno dei paesi con più libri pubblicati e letti al mondo. Nel 2003 Reykjavík è stata nominata dall’ Unesco Città della Letteratura.

La foto è del web.