Il SudEst

Tuesday
Sep 17th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio territorio Massoneria: studenti del “Virgilio” di Roma in visita a Casa Nathan

Massoneria: studenti del “Virgilio” di Roma in visita a Casa Nathan

Email Stampa PDF

di ROSA MANNETTA

Sono sorte polemiche sulla visita di alcuni liceali del Virgilio alla sede del Grande Oriente d’Italia.

 

Questa “uscita” consentirà agli studenti del liceo romano, nel tempio delle logge massoniche, di partecipare alla conferenza: “Cos’è la massoneria?”. I genitori dei ragazzi hanno espresso questo pensiero: “Non riteniamo una scelta opportuna proporre agli studenti di avvicinarsi, in maniera del tutto acritica, a un fenomeno tanto controverso che ha spesso contraddistinto i momenti più bui della storia della nostra repubblica, tanto da essere sotto i riflettori della commissione Antimafia”. Il dirigente scolastico dell’istituto ha dichiarato: “Io sarò presente a garanzia dell’iniziativa, se dovessi vedere o sentire cose che non mi piacciono, inviterò gli studenti ad uscire dalla sala”. Contro questa iniziativa didattica, è anche il Movimento 5 Stelle. “Noi rispettiamo l’indipendenza del lavoro e la creatività dei docenti...tuttavia riteniamo inopportune tutte queste iniziative che portano ad attribuire qualsivoglia forma di accredito alla massoneria, promuovendo una visita alla sede delle logge romane...”: lo affermano i senatori e le senatrici del M5S in commissione Cultura. Ora occorre spiegare che cosa possa essere la Massoneria. La Massoneria è un ordine iniziatico che ammette la pratica di dottrine misteriche o religiose. Il punto è questo: i giovani studenti del liceo Virgilio devono andare a visitare il tempio massonico? E pongo questo interrogativo nel bar Maracuja, dove effettuo interviste e dove è una consuetudine, discutere di notizie di attualità e di cronaca. Sara dice: “Concordo con i genitori dei ragazzi che sono contrari a questa visita nel tempio massonico. La massoneria, secondo me, è eversione. E’ una specie di associazione che è convinta di fare la felicità degli esseri umani. E’ una falsità storica. I ragazzi non dovrebbero conoscere questa cosa. La chiamo “cosa” perché è il risultato di pensieri ingannevoli”. Marco, al contrario, racconta: “Io penso che la partecipazione della scolaresca alla conferenza sulla massoneria sia interessante e che il tutto sia da inquadrare in una lezione di storia”. I pareri sono vari e anche discordanti. Ma cosa succede nel nostro Paese? Cosa sono questi venti di inasprimento delle coscienze? Questi venti reazionari destano preoccupazione. In che senso? Giorni fa, alcuni alunni delle classi di una scuola primaria di Cremona, sono stati condotti nel comando provinciale dei carabinieri. In questa visita, gli stessi carabinieri hanno illustrato la funzionalità degli strumenti tecnici e dei mezzi in loro dotazione: gli alunni sono stati anche fotografati in fila vestiti come squadre antisommossa. Queste foto con caschi e scudi, sono state diffuse dagli stessi militari. In seguito alla pubblicazione delle stesse, sono sorte delle polemiche. In effetti, i bambini non dovrebbero avere il concetto di sopraffazione, schierati e “giocando” per stabilire l’ordine pubblico. Tutto ciò è diseducativo. L’etica forse non si conosce. Non si sa cosa possa significare il termine “etica”. E’ sconvolgente questo modo di “educare”.  Bruno Latour scrive: “Siamo solo disorientati...”. Ritengo che dovremmo tracciare una nuova mappa morale.