Il SudEst

Saturday
Oct 31st
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio territorio Didattica musicale e tecnologia per celebrare Saverio Mercadante

Didattica musicale e tecnologia per celebrare Saverio Mercadante

Email Stampa PDF

di VINCENZA D'ONGHIA

Due mesi di restrizioni imposte per far fronte all’emergenza sanitaria legata alla COVID-19, hanno colpito duramente il mondo della cultura che, tuttavia, con abnegazione e grande generosità, ha messo in atto numerosissime iniziative digitali per dare continuità ad azioni culturali finalizzate anche ad alleviare la difficile condizione di isolamento, conseguenza delle misure di distanziamento sociale.

Moltissimi, a partire dalle più prestigiose istituzioni musicali fino ai singoli artisti nell’intimità della loro abitazione, hanno utilizzato i nuovi mezzi di comunicazione per far sentire la loro presenza accanto all’umanità sconvolta da questa tragedia sanitaria ed economica.  Il sistema scolastico, inoltre, ha prontamente reagito attivando la formazione a distanza per sostenere la popolazione scolastica, dalle scuole materne all’università, sperimentando, in molti casi, metodi d’approccio innovativi al fine di soddisfare le esigenze didattiche ed implementare così il bagaglio delle esperienze e delle conoscenze degli studenti che, altrimenti, sarebbero rimaste ferme al periodo precedente l’interruzione forzata delle attività.

 

Il M° Antonio Tinelli, docente titolare della cattedra di clarinetto al Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari, nonché direttore artistico del Concorso Internazionale di Clarinetto “Saverio Mercadante” e dell’omonima “Rassegna di Concerti” che si tiene a Noci da quindici anni nel mese di ottobre, ha ideato e realizzato con la sua classe di clarinetto, un video per omaggiare doverosamente il compositore pugliese Saverio Mercadante (Altamura 1795 – Napoli 1870) del quale ricorre quest’anno il 150esimo anniversario della morte. Il video, disponibile sul canale YouTube dello stesso M° Tinelli, contiene il Concerto in Si bemolle maggiore per clarinetto e orchestra nella versione per clarinetto ed ensemble di clarinetti trascritto da Mattia Roscio e pubblicato dalle Edizioni Eufonia.

La ricorrenza legata a Mercadante non sta purtroppo beneficiando dell’attenzione che merita sia a causa della pandemia che per la concomitanza con il 250esimo anniversario dalla nascita di Ludwig van Beethoven. Personalità complessa e fedele custode della gloriosa tradizione didattica napoletana, il compositore altamurano fu direttore del Conservatorio di S. Pietro a Maiella dal 1840 fino alla morte, assicurando la continuità con la tradizione sulla scia dei suoi predecessori Paisiello, anch’egli pugliese, Tritto, Fenaroli e Zingarelli, di cui fu allievo. Autore di circa sessanta opere, musica sacra, vocale da camera e strumentale, pur senza staccarsi completamente dal passato, tentò la faticosa ricerca di uno stile sempre più personale e vicino al gusto che si stava affermando e di un’essenzialità drammatica vicina a quella che Donizetti che stava sperimentando negli stessi anni e che già si profilava nel giovane Verdi, l’unico davanti alla quale affermazione non poté reggere il confronto, soprattutto negli ultimi anni, tormentati, tra l’altro, da una progressiva cecità.

“La realizzazione del video - ci spiega Antonio Tinelli- è stata molto complessa e ha previsto una prima fase di studio individuale delle parti attraverso la formazione a distanza, per definire nel dettaglio elementi che attengono a precise scelte musicali quali, solo per citarne alcune, la velocità degli andamenti, il fraseggio, i respiri, le articolazioni, la gestione delle numerose “corone” (momenti di sospensione armonica), oltre a definire aspetti più tecnici quali l’intonazione, il posizionamento e la distanza dal microfono in fase di registrazione individuale, l’abbigliamento da utilizzare, e via discorrendo. Terminata questa prima fase, durata oltre un mese, ogni componente del gruppo ha registrato il video eseguendo la propria parte, un’azione, questa, che comporta un grande impegno poiché vi è la consapevolezza che ogni errore potrebbe compromettere il buon esito del lavoro dell’intero gruppo. La fase finale, il montaggio e l’editing dei video acquisiti, è stata ovviamente la fase più delicata, per la quale è stato necessario quasi un altro mese di lavoro, tante attenzioni, ma soprattutto adeguate competenze tecnologiche per l’utilizzo di software di ultima generazione. Il video, oltre alla proposta musicale, racconta per immagini alcuni momenti di vita del compositore e la straordinaria bellezza paesaggistica e architettonica della Puglia, sua terra natia.”

Un particolare plauso va al docente, mente del progetto, ma anche a tutti gli studenti che con il loro entusiasmo, la loro competenza ed il loro impegno, lo hanno reso possibile: Antonio Carbonara (Giovinazzo, Bari), Alessio Chiulli (Mottola, Taranto), Domenico Michele Cetera (Pomarico, Matera), Luigi Mancini (Rosolini, Siracusa), Simona Lembo (Bitritto, Bari) e Mariangela Vacca (Castelpetroso, Isernia). Questo contributo digitale vuole puntare alla valorizzazione e promozione di Saverio Mercadante quale eccelso compositore dell’800, il quale ha contribuito, con la sua opera, allo sviluppo dell’elaborazione del linguaggio armonico e della tecnica dell’orchestrazione. Nel frattempo è già in preparazione l’annuale appuntamento a Noci della XVI edizione della Rassegna di Concerti e del Concorso Internazionale di Clarinetto “Saverio Mercadante”, ormai una delle eccellenze del panorama culturale pugliese, che si terrà dal 15 al 18 ottobre 2020. Il video è disponibile all’indirizzo: https://youtu.be/HrkYwxivnlk intitolato “S. Mercadante-Concerto for cl. & orch. Op. 101| Antonio Tinelli soloist with clarinet ensemble”.

 

Immagine I: Il M° Antonio Tinelli con la Torre Civica di Noci sullo sfondo. (Foto Domenico Intini)

Bibliografia:

  1. Della Seta F., Storia della Musica, Volume 9-Italia e Francia nell’Ottocento, Edizione Speciale RCS MediaGroup S.p.A., Milano 2018