Il SudEst

Wednesday
Jun 28th
Dimensione carattere
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio territorio I bambini sono liberi di scegliere?

I bambini sono liberi di scegliere?

Email Stampa PDF

 

di ROSA MANNETTA

 

E’ una bella domanda e la risposta è molto particolare.

 

 

I bambini italiani sono liberi di scegliere? O sanno fare ciò che vogliono i genitori? Pensiamoci. Chiedo a Francesca, cosa ne pensa. Siamo in un bar, discreto e accogliente. E Francesca: “Fino a poco tempo fa, i bambini giocavano in cortile, a pallone, a nascondino. Trascorrevano molte ore all’aperto, si sporcavano, si rincorrevano. A scuola litigavano con i compagni e si facevano i dispetti...dispetti che ora vengono denunciati con conseguenze serie. Ora non sanno allacciarsi le scarpe. Sono impacciati nella vita reale. Il discorso è la vita reale. Non sanno vivere. Hanno il computer, l’iphone, il tablet, tanti dispositivi elettronici, ma non conoscono la vita reale. Il dramma è che hanno paura di mettersi in gioco. Non sanno cosa sia il gioco, la finzione del gioco. Hanno annullato la fantasia. E se i genitori utilizzano la televisione, il computer come baby-sitter, cosa ci si attende?”. Il dibattito si fa interessante e interviene Maria Giulia: “Ho una figlia e in pratica, sono io a scegliere cosa deve fare, quale palestra deve frequentare. Mia figlia deve essere indirizzata da me. Ha 12 anni. Vorrei che fosse diversa: più spigliata, più sicura. Noi genitori stiamo sbagliando. Siamo noi che indirizziamo i figli verso una nostra VISIONE della vita. Perché scegliamo i loro amici? Perché li portiamo al centro commerciale? Perché devono seguire la religione che decidiamo noi? Perché?”. Difficile questo “perché”. Le signore che ho intervistato hanno fatto le loro considerazioni. Considerazioni semplici e giuste. Ignazio Silone scriveva: “La vita è provvisorietà. E’ l’esistenza”. Esistere non significa rendere prigionieri i nostri bambini. Prigionieri di scelte che non possono fare e che poi, non sanno fare. Siamo stati capaci di togliere ai bambini il senso di autonomia. Giorni fa, 30 bambini sono morti in Siria in seguito ad un attacco con armi chimiche. Orrore nell’orrore. Ecco sa subiscono i bambini...