Mettiti in comunicazione con noi

3 Maggio 2021

Semplicemente…grazie…

IlSudEst nasce dalla volontà del Prof. Mario Gianfrate e da quella dell’Avv. Putignano e non può essere compresa senza tener conto delle vicende anche personali che hanno riguardato le loro vite, motivandone le necessità espressive fino a spingerle all’impegno politico, ancor prima che intellettuale.

Pubblicato

su

giornale

di La Redazione


Credit foto NS Newsflash licenza CC BY 2.0

La storia è importante. Ogni storia lo è. Persino la poesia antica si è ormai certi, nasca come racconto di fatti, ai quali i primi storici si sono ispirati in seguito per le loro narrazioni. Prescindere dal racconto è dunque impossibile ed innaturale, tanto per le comunità quanto per i singoli.

IlSudEst nasce dalla volontà del Prof. Mario Gianfrate e da quella dell’Avv. Putignano e non può essere compresa senza tener conto delle vicende anche personali che hanno riguardato le loro vite, motivandone le necessità espressive fino a spingerle all’impegno politico, ancor prima che intellettuale. Ad alcuni oggi lo schierarsi in senso antifascista può apparire cosa lontana, anacronistica, eppure c’è stato un tempo nel quale tale necessità informava intere esistenze e non certo per questioni di pura forma, ma per un rapporto vivo, dialettico con i fatti non ancora dimenticati (come potrebbero esserlo?) che hanno riguardato il paese durante l’ultimo conflitto e che hanno posto le basi della storia del nostro dopoguerra.

La vocazione de IlSudEst è dunque per esplicita volontà dei fondatori, di intervento in una realtà già mutata, ma sempre bisognosa di individuare punti di riferimento di vita e di espressione democratici. Durante i dieci anni della sua esistenza il giornale si è rivelato essere un presidio importante di libertà per quanti abbiano creduto nello stesso impegno di chi lo ha creato ed è stato uno spazio lasciato a tutti coloro abbiano voluto confrontarsi criticamente con la realtà, non prescindendo mai dalla comune eredità della storia. L’attuale attività della rivista è da intendersi dunque come proseguimento del cammino nella medesima direzione indicata da Gianfrate e Putignano, ai quali non solo coloro che nel tempo si sono avvicendati in qualità di redattori per IlSudEst, ma i lettori ed una comunità intera di cittadini sente di dover essere grata.

La storia del giornale continua dunque oggi nel solco tracciato dieci anni fa, con l’auspicio che il terreno resti fertile ai nuovi interventi, tanto dei fondatori quanto di nuovi collaboratori desiderosi di impegnarsi in senso autentico e critico nei confronti della realtà che si trovano a vivere.

Un doveroso grazie va anche a tutti i lettori che rinnovano adesso la fiducia un tempo accordata, perché del loro sostegno IlSudEst ha ed avrà sempre bisogno.