Mettiti in comunicazione con noi

Cultura

Celano (CS): Playa Girón, vittoria civico-militare di Cuba

Pubblicato

su

Redazionale

59’ anniversario della vittoria di Playa Girón

Dopo il trionfo della Rivoluzione Cubana, nel gennaio del 1959, la Central Intelligence Agency (CIA) e altre entità di sicurezza del Nord America hanno dato priorità a piani e azioni destabilizzanti contro l’isola delle grandi Antille.

Una di queste azioni fu l’invasione mercenaria di Playa Girón nell’aprile del 1961, un’aggressione che fu sconfitta il 19 aprile, dopo 72 ore di combattimenti tra gli invasori e il popolo cubano, guidato da Fidel Castro.

Il ruolo della milizia cubana, nella sconfitta degli Stati Uniti è stato anche evidenziato dalla BBC, nel 2011:

“Il piano americano era di sgattaiolare, a terra, praticamente senza opposizione, mettere in sicurezza l’area, prendere l’aerodromo e instaurare un governo provvisorio che avrebbe poi richiesto il sostegno diretto degli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, facevano affidamento su una rivolta di massa a Cuba contro i rivoluzionari.

Non sarebbe potuto andare più male: quando un sommozzatore accese un faro per mostrare agli esiliati dove sbarcare, avvertì anche la milizia cubana della loro presenza.

Il pescatore locale, Gregorio Moreira, che vive ancora nella stessa casa vicino alla spiaggia, è stato uno dei primi a lanciare l’allarme.

“Sono uscito di casa e ho visto un bagliore, come una candela, nel cielo. Così mi sono diretto alla trincea con mio padre e i miei fratelli”, ricorda il signor Moreira, 74 anni.

Fu raggiunto sulla spiaggia da uno dei suoi vicini, un altro pescatore, Domingo Rodriguez.

“Abbiamo pensato: ‘Questi sono i ragazzi dell’invasione, state attenti! Stanno cercando di invadere.’

“Avevamo 11 fucili tra di noi e verso le 04:00 hanno iniziato l’atterraggio, quindi abbiamo aperto il fuoco”.

I rinforzi, compresi gli aerei delle forze aeree cubane, arrivarono rapidamente.

Gli esiliati avevano un po’ di supporto aereo, ma il presidente degli Stati Uniti, John F Kennedy, era determinato a mantenere segreto il coinvolgimento degli Stati Uniti e quando l’iniziativa si rivolse contro la forza invasora, si rifiutò di fornire ulteriore copertura aerea di fondamentale importanza.

Allo stesso tempo, Fidel Castro si occupò personalmente dell’operazione, e in soli tre giorni la battaglia era finita”

Inoltre, Granma nel riferire sull’anniversario a Playa Girón nel 2017, sottolinea l’importante ruolo di Fidel e della milizia: la sua presenza fisica [di Fidel] sulla scena dell’invasione ha contribuito a mantenere alto il morale tra le milizie ed è stato decisivo per la loro vittoria in quei giorni gloriosi dell’aprile 1961, ha dichiarato Kenia Otaño, una giovane residente di Ciénaga de Zapata.

Nell’anniversario della vittoria a Playa Girón, Cuba è più che in grado di affrontare una simile provocazione militare del tipo Playa Girón, da parte degli Stati Uniti, e Washington lo sa bene.

Inoltre, ora ci sono due “repubbliche civico-militari” nella regione: Cuba e Venezuela. Inoltre, Cuba e Venezuela, oggi hanno più amici che mai in tutto il mondo, in difesa della rivoluzione cubana e bolivariana. Gli Yanquis dovrebbero prestare più attenzione alla storia.

Convergenza Socialista

Partito politico socialista, avanguardia del socialismo scientifico, per il raggiungimento della società socialista

*Maddalena Celano, responsabile esteri di Convergenza Socialista

Informatico, sindacalista, appassionato di politica e sportivo