Mettiti in comunicazione con noi

Musica & Spettacolo

Pop, rock, elettronica, anche un po’ di psichedelica.

Intervista a 3nema, trio dalle radici gardesane nato nel 2020.

Pubblicato

su

In copertina, il trio 3nema. (Immagine concessa dal proprietario).

di Alessandro Andrea Argeri

3nema è un trio dalle radici gardesane nato nel 2020 per stupire l’ascoltatore, con un’innovazione sonora tanto continua quanto ricercata.

Cover del singolo “Psychedelic”. (Immagine concessa dal proprietario).
  • La musica mischia un po’ tutto, il gruppo come si è formato?

Il progetto è nato inizialmente sotto un altro nome nel 2019 con altri musicisti, successivamente tramite amici in comune è subentrato Andrea al basso e poi Dario alla batteria e nel 2020 abbiamo cambiato il nome in 3nema.

  • Le vostre canzoni nascono dalla commistione di più generi. Per comporre i brani, partite da un argomento o dalla strumentale?

Partiamo dalla strumentale un ritmo che ci sembra catchy e originale, poi iniziamo a svilupare tutta la canzone intorno i vari arrangiamenti e per ultimo adattiamo un testo.

  • Cos’è il “3nema Way”?

La strada dei 3nema per chi come noi vuole seguirci ed entrare nel nostro mondo
percorrerà la nostra stessa strada, è una continua ricerca musicale per stupire sempre di più gli ascoltatori, con energici e decisi passaggi di dimensioni sonore, il tutto impreziosito da sfumature funky e dal desiderio di raccontarsi per arrivare dritti al cuore del pubblico.

  • In che senso “Psychedelic” è dedicata al concetto di viaggio?

Psychedelic parla di un viaggio ma come nella psichedelia che riguarda la mente lo stesso vale per il concetto del viaggiare dove ripensi alla tua vita e cerchi di ritrovare te stesso senza una meta cercando come si suol dire la luna nel pozzo. Il singolo è nato quasi casualmente si è praticamente scritto da solo siamo partiti da un rif in 7/4 da li è nato il tutto.

  • Oltre alla musica, il cinema vi ha influenzato in qualche modo?

Non siamo grandi amanti dell’arte cinematografica, ci piace di più guardare i video clip musicali anche come fonte di ispirazione. Comunque il film preferito è School of Rock.

RIPRODUZIONE RISERVATA © 

Mi pongo delle domande. No, non sono un filosofo.