Mettiti in comunicazione con noi

Scuola

“Abbecedario verde” d’Ilaria D’Aprile, un viaggio per salvare la terra partendo dalla scuola

Pubblicato

su

di MICAELA RICCI

Oggi la scuola rischia di perdere la sua centralità nel processo formativo degli alunni e il suo ruolo tradizionale d’istruire le giovani coscienze e di trasmettere i valori civici più importanti per il cittadino del domani. E’ per offrire alla scuola la possibilità di far sentire la sua voce su delle questioni sociali fondamentali che Ilaria D’Aprile pubblica il suo “Abbecedario verde: salvare la terra partendo dalla scuola”, libro pubblicato per le Edizioni La Meridiana nella collana partenze e frutto di un lungo approfondimento dell’autrice sulle tematiche ambientali.


Ilaria D’Aprile, infatti, laureata in “Scienze forestali e ambientali” con un master in “Educazione ambientale per la promozione di uno sviluppo sostenibile”, conosce bene i rischi di uno stile di vita irresponsabile basato sul consumismo e sullo spreco e mette in guardia su una situazione ambientale insostenibile a causa delle risorse limitate del nostro pianeta. La stessa scrittice utilizza la metafora della rana che, nonostante il calore dell’acqua nel contenitore in cui è rinchiusa, non avverte l’istinto di saltare fuori, mostrando un’indifferenza paragonabile a quella dell’uomo davanti al problema del riscaldamento della terra. L’Abbecedario è una guida all’educazione sostenibile, necessaria forma educativa all’interno del contesto scolastico che diventa, in questo modo, una comunità sostenibile.

Il libro è un prezioso strumento per docenti e formatori poichè illustra, attraverso esperienze ludiche, come si possa vivere un rapporto positivo con l’ambiente, nella direzione del rispetto e dell’educazione sostenibile. Il punto di partenza della riflessione dell’autrice è quello dell’approccio unicamente scientifico della pratica didattica nei confronti di queste tematiche, tralasciando totalmente gli aspetti economico-sociali. Al contrario, le scelte dei consumatori influenzano e causano degli effetti al sistema ambiente, soprattutto se si considera il modello economico consumista che tende a sfruttare e a trasformare il nostro pianeta in una grande discarica. La scuola è il punto di partenza per innescare quei circoli virtuosi che, come afferma Ilaria D’Aprile, sono “in grado di promuovere una forma di intelligenza ecologica che servirà a costruire comunità sostenibili”. E’ spetterà agli insegnanti il compito d’intraprendere dei percorsi didattici virtuosi che possano formare delle coscienze più consapevoli dei problemi delle calamità naturali, dei mutamenti climatici e dello spreco delle risorse naturali. Le attività proposte dal libro sono di tipo multidisciplinare e s’inseriscono all’interno degli odierni programmi scolastici della scuola primaria che vertono sui temi dell’acqua, dell’energia, dei rifiuti e dell’alimentazione. L’autrice afferma che la comunità scolastica che favorisce l’educazione sostenibile “è una scuola dove si pratica l’educazione ambientale non soltanto intesa come laboratorio, nel quale si acquisiscono conoscenze del sistema natura, ma è anche una comunità di discorso, dove è possibile attivare quei processi di comunicazione orientati allo sviluppo della rete della vita”. L’ “Abbecedario” è una guida che nasce dal pensiero ma che si traduce in concreti esempi di azione, perchè non basta interrogarsi sui problemi ecologici, osservando la natura, ma è necessario fare delle scelte più responsabili per evitare la distruzione del nostro pianeta. Il libro d’Ilaria D’Aprile è uno strumento per i formatori scolastici ma può anche risultare una lettura piacevole per tutti coloro che vogliono approfondire delle tematiche attuali e sviluppare un senso critico che vada nella direzione di un’educazione sostenibile e di un maggiore rispetto del nostro pianeta.

Informatico, sindacalista, appassionato di politica e sportivo