Mettiti in comunicazione con noi

Dalla Regione

“I dialoghi immaginari” sull’Unità d’Italia

Pubblicato

su

di MICAELA RICCI

A partire dal 26 marzo 2011 e in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’unità italiana, si svolgeranno nel territorio barese una serie d’iniziative di notevole interesse culturale, promosse dall’Associazione Magna Charta Puglia, ormai un punto di riferimento costante di numerose manifestazioni culturali in terra di Bari. La Fondazione “Magna Charta”, presieduta dall’Ing. Leonardo Damiani, si occupa dal 2004 di tematiche di ricerca nell’ambito della riforma dello Stato, della politica estera, dell’economia, della finanza, del diritto e della scuola e, con la fondazione dell’Associaziona Magna Charta Puglia, ha instaurato un rapporto molto stretto con il territorio pugliese.


In questa direzione l’iniziativa “I dialoghi immaginari” apre le porte ad un un ciclo di incontri-dibattito con le stesse modalità del ciclo tenutosi lo scorso agosto presso la pittoresca cornice della masseria seicentesca del Melograno di Monopoli, al centro della campagna barese, e che riscosse un notevole successo. Si tratta di un momento di riflessione culturale che si lega alla celebrazione dell’unità nazionale ma che è fortmente in relazione con l’aumentato bisogno di uno spazio di confronto per approfondire alcune tra le tematiche più attuali del dibattito pubblico.

Illustri studiosi della storia contemporanea italiana ed internazionale discuteranno fra di loro in una serie di “dialoghi immaginari”, impersonando protagonisti della vicenda risorgimentale ed unitaria italiana; una serie, dunque, d’“interviste impossibli” a Mazzini, Cattaneo, Camillo Benso Conte di Cavour, Francesco II di Borbone, Pio IX, Giuseppe Garibaldi, che esprimeranno il loro punto di vista sulla vicenda italiana. Ogni dialogo servirà da punto di partenza per riflettere su alcuni argomenti storici, quali quello della forma istituzionale prospettata per lo Stato italiano unitario, dell’unificazione territoriale, amministrativa e politica dei due grandi stati pre-unitari, Regno di Piemonte e Sardegna e Regno delle Due Sicilie o, ancora, del rapporto tra Stato e Chiesa e del problema della laicità delle istituzioni statali. La forma organizzativa di questi incontri è ampiamente collaudata a livello nazionale e molto apprezzata dall’uditorio anche moderatamente informato, in quanto propone “dal vivo” le posizioni politiche, culturali e ideologiche dei protagonisti dell’Unità d’Italia, sollecitati da domande del moderatore e quindi anche del pubblico. La metodologia è particolarmente adatta ad un pubblico giovane che è stimolato ad immergersi nel periodo storico esaminato, quasi fosse un personaggio dell’epoca, costretto a giudicare in modo critico le scelte di coloro che, in positivo o in negativo, hanno influenzato i destini della Nazione.

Gli incontri si terranno presso i licei “O. Flacco”, “Scacchi” e “Salvemini” di Bari, e i docenti di materie umanistiche svolgeranno il ruolo di moderatori, dopo una presentazione iniziale dell’Associazione. Il primo “dialogo immaginario” ad essere messo in scena sarà quello tra Giuseppe Mazzini (interpretato dal prof. Giovanni Orsina) e Carlo Cattaneo (interpretato dal prof. Roberto Balzani) presso l’Aula Magna del Liceo “Orazio Flacco” il 26 marzo alle ore 11, 00, con la moderazione del Dirigente Scolastico del Liceo “O. Flacco”, prof. Antonio D’Itollo.