Mettiti in comunicazione con noi

Ultimi articoli

Bocchi: ripartenza dell’economia ma nella massima trasparenza

Pubblicato

su

UIL

Da più parti cresce la richiesta di ripartenza dell’economia soprattutto nei lavori pubblici, ma deve avvenire nella massima trasparenza.

La ripresa dell’economia deve ripartire dagli investimenti, in particolare nelle infrastrutture, con il completamento dei cantieri già avviati e con nuovi progetti, sfruttando le risorse, nazionali ed europee, a disposizione.

Ma attenzione alle deroghe in nome della semplificazione e dell’accelerazione per contrastare i ritardi dovuti al coronavirus perché possono nascondere un via libera alle infiltrazioni criminali, ad una crescita dell’illegalità, all’abuso di risorse pubbliche ottenute in modo fraudolento.

Oggi, ancor più di ieri, è necessario verificare la legalità delle imprese appaltatrici, la corretta applicazione delle norme a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori coinvolti, la qualità e quantità dei materiali utilizzati, la positività dei documenti contributivi e retributivi, e la corretta applicazione dei CCNL, evitando ancor di più il ricorso al minor prezzo che non ha mai garantito e mai garantirà la corretta esecuzione dei lavori e solo così saremo certi del buon risultato.

Questa sarebbe la migliore risposta ad accuse e sospetti di favoritismi verso percorsi d’illegalità che nei giorni scorsi sono state ipotizzate nell’UE.